fbpx

Il Maggio dei Monumenti apre le porte del Metro dell'Arte

Scritto da Roberto Calise Il . Inserito in Funiculì, funicolà

2015.05.14 - Metro Art

Quest’anno, il Maggio dei Monumenti compie vent’anni. La rassegna culturale di punta del Comune di Napoli fu lanciata la prima volta nel 1995 dall’allora Sindaco Antonio Bassolino: al governo c’era Lamberto Dini, Presidente della Repubblica era Oscar Luigi Scalfaro, il Napoli di Boskov chiudeva una stagione non esaltante. A leggerla così, era un’altra era geologica, sia per il Paese, sia per la città, ancora ben lontana dallo sperimentare la più grande trasformazione urbanistica della sua storia recente: il metrò dell’arte.

Per festeggiare il traguardo dei quattro lustri, il Maggio dei Monumenti non si soffermerà “solo” sull’illustrare e sul far scoprire le bellezze storiche di Napoli ai suoi cittadini e ai sempre più numerosi turisti. Dunque, parte fondamentale della rassegna sarà anche quanto di più recente è stato realizzato a livello architettonico e artistico in città, ossia i gioielli rappresentati dalle più recenti stazioni della Linea 1, ultimamente arricchitasi della nuova piazza Garibaldi disegnata dall’archistar francese Dominique Perrault (di cui abbiamo dato notizia lo scorso 1° maggio).

E’ ormai storia nota di come il progetto della metropolitana dell’arte sia nato. All’indomani della stesura del Piano Comunale dei Trasporti del 1997, l’allora Sindaco di Napoli Antonio Bassolino, coadiuvato dal Vicesindaco Riccardo Marone, dal Presidente del Consorzio Metropolitana di Napoli S.p.A. Giannegidio Silva, dall’architetto Alessandro Mendini e dall’ingegnere Ennio Cascetta (che sarà poi Assessore ai Trasporti della Regione Campania dal 2000 al 2010), immaginarono di dotare la città di un’efficiente e moderna infrastruttura di trasporto (le linee metropolitane 1 e 6) che fosse al contempo un vero e proprio museo sotterraneo, sfruttando le potenzialità che una legge dello Stato, la 717 del 1949 (cosiddetta Legge Bottai), metteva a disposizione per l’abbellimento delle opere pubbliche.

Sotto la direzione artistica di uno dei più importanti critici d’arte d’Italia, Achille Bonito Oliva (di recente “celebrato” anche da un murales dell’artista italo-olandese Jorit Agoch), si è venuto così a creare quel che è stato definito come “museo obbligatorio”: un concentrato eccezionale di “arte pubblica” per dare un’anima alle stazioni, non-luoghi per eccellenza, trasformati in contenitori di bellezza, attrattori anche di un nuovo tipo di turismo. Un’idea certamente vincente, rilanciata della cronaca di settore a livello internazionale. Infatti, sia il quotidiano inglese The Telegraph, che la rete all-news americana CNN, hanno eletto la stazione Toledo, inaugurata nel 2012, come la più bella d’Europa. A breve, un altro tassello si aggiungerà in questo splendido mosaico unico al mondo: la stazione Municipio, disegnata dagli architetti Alvaro Siza e Eduardo Souto de Moura, la cui prima parte verrà inaugurata il prossimo sabato 16 maggio dal premier Matteo Renzi in persona.

Nell’ambito del Maggio dei Monumenti, l’Azienda Napoletana Mobilità (ANM) offre dunque a cittadini e turisti una preziosa possibilità di maggiore comprensione di uno dei più ricchi patrimoni di arte pubblica del mondo attraverso il MetroArt#Focus_Tour, che toccherà le stazioni Dante, Garibaldi, Museo, Toledo, Università e Vanvitelli. Tuttavia, è bene ricordare che attualmente, sono presenti nel sistema metropolitano napoletano ben 14 “musei obbligatori” sulle linee 1 e 6, così suddivisi:

  • Stazioni dell’Arte sulla Linea 1: Dante, Garibaldi, Materdei, Museo, Quattro Giornate, Rione Alto, Salvator Rosa, Toledo, Università, Vanvitelli
  • Stazioni dell’Arte sulla Linea 6: Augusto, Lala, Mergellina, Mostra

Le visite avranno luogo il pomeriggio di tre giorni del mese di maggio, dalle 16.00 alle 17.30, per una durata di ogni visita di circa 90 minuti. Per quanto i tour siano gratuiti (è difatti necessario l’acquisto del solo titolo di viaggio), a causa dell’alta affluenza prevista la prenotazione è obbligatoria. Si ci piò prenotare via email, scrivendo all’indirizzo di posta elettronica infoarte@anm.it entro le ore 17.00 del giovedì precedente. Le prenotazioni verranno accettate fino ad esaurimento dei posti disponibili. Un’occasione da non perdere, per uno sguardo diverso sulla città.

 

ANM presenta, nell’ambito del Maggio dei Monumenti 2015:

MetroArt#Focus_Tour

Calendario:

 

Lunedì 18 maggio 2015 – Ore 16.00

Stazioni Università e Garibaldi

Arte e vita quotidiana: dal design emozionale di Rashid agli “specchi”di Pistoletto

A cura di Luisa Lepre, storica dell’arte, gestione patrimonio artistico ANM

Ritrovo presso atrio stazione Università


Venerdì 22 maggio 2015 – Ore 16.00

Stazioni Dante e Vanvitelli

Tra arte, filosofia e scienza. La trasversalità nella ricerca contemporanea

A cura di Maria Corbi, storica dell’arte, responsabile gestione patrimonio artistico ANM

Ritrovo presso atrio stazione Dante


Venerdì 29 maggio 2015 – Ore 16.00

Stazioni Museo e Toledo

Da Museo a Toledo, un itinerario d’arte tra storia e linguaggi contemporanei

a cura di Luisa Lepre, storica dell’arte, gestione patrimonio artistico ANM

Ritrovo presso atrio stazione Museo

 

Per maggiori informazioni: