fbpx

'A BELLE ÉPOQUE - RINASCITA DEL SALOTTO ARTISTICO

Scritto da Lorenzo Riccio Il . Inserito in Port'Alba

toledo belle epoque
Dopo la fortunata avventura di Art Gallery& Salotto Letterario, nuovo centro culturale nato per dare un appoggio a tutti gli artisti emergenti della scena napoletana e di cui la redazione di Qdn ha parlato già diffusamente (per gli interessati qui e qui), l’eclettico Emanuele Gianpaolo ci riprova.

 

Stavolta con à Belle Epoque, mira ad unire gli artisti della sua Galleria con la maestria di Toledo Home Events per la nascita di una cena/evento nelle splendide sale di Palazzo Maglione.

L'espressione "Belle Époque" nasce in Francia alla fine dell'Ottocento. ed indica tanto una realtà storica, quanto un un sentimento di nostalgia verso una passata epoca d’oro. L’espressione ebbe fortuna perché esprimeva la contrapposizione fra i periodi precedenti e successivi alla prima guerra mondiale; spartiacque tra libertà e costrizione.

La Belle Époque indicava la vita brillante nelle grandi capitali europee, le numerose esperienze artistiche, ma soprattutto esprimeva l’idea positiva che il nuovo secolo, il Novecento, sarebbe stata un'epoca di pace e di benessere.

Ora sono gli artisti di strada e di salotto, concettuali ed ideatori, poeti, scrittori, cantautori e musicisti a voler tornare al centro della scena, a voler rievocare con le loro doti quell’atmosfera, intrigante e un po' ovattata che caratterizzava la Belle Epoque.

Svolge le veci di padrone di casa Giuseppe DI Fusco, intraprendente e vario artista, che mira a rendere la durezza della vita un po' più leggera; che invita gli ospiti della sua Toledo Home Events a prendere la vita meno sul serio, raccogliendo gli spunti positivi sparsi qua e là.

La vita, per lui, va vissuta come un eterna Ricreazione scolastica e su questo ben si integra con la filosofia di Emanuele Gianpaolo, che da un lato ha velleità quasi contemplative del bello e dall’altro è molto attento alla realtà sociale che lo circonda.

I due giovani Artisti non perdono tempo ed invitano tutti gli interessati a poter prendere visione sperimentare e toccare con mano gli artisti emergenti sulla scena napoletana, esposte anche presso l’Art Gallery&Salotto Letterario, come le Street View del maestro Sannino, l'esplosione a colori della Teresi, D'Alessio e Chiaramonte (Pach), gli impulsi comunicativi di Antonella Esposito e Marco

Conte, la metafisica di Luminita, le sculture uniche della Belfiore e Marylisa (Mimì), la Street Art di, le illustrazioni di Tuzzi, l'astrattismo figurativo della Mugnolo e della Iovine, la suggestione del Maiorca, l'irriverenza astratta della Voglio, le geometrie della Manzi, le Murrine della Martorano (Clè) e le infinite casette della Di Nardo.

Il primo appuntamento nella cornice di Palazzo Maglione a Pozzuoli, in via Via Marconi 5, tra le sale decorate dagli affreschi dimenticati del maestro Giorgio Vasari, dell’ unione nata da Toledo Home Events ed ArtGallery&SalottoLetterario Design è il 28 aprile, ma sarà con grossa probabilità solo il primo di una lunga serie.