fbpx

Gino Paoli, Niccolò Fabi, Peppe Servillo, Cristiano de Andrè, Ferzan Ozpetek, Francesco Motta e tanti altri al Festival MANN\Muse al Museo

Scritto da Raffaele Annunziata Il . Inserito in Port'Alba

Mann

Dal 19 al 25 Aprile 2017 si terrà la prima edizione di Muse al Museo un festival internazionale che per sette giorni porterà letteratura, musica, teatro, danza, scienza, arte, cinema, fumetti e tanto altro nelle sale del Museo Archeologico Nazionale di Napoli. Saranno ben 50 gli ospiti tra cui Gino Paoli e Danilo Rea, Niccolò Fabi, Peppe Servillo, Tosca Stanley Jordan, Ray Wilson, Carmen Souza, Cristiano de Andrè, Ferzan Ozpetek, Francesco Motta, Paolo Benvegnù, Giorgio Pasotti, Guido Catalano e tanti altri importanti personaggi dell’arte e dello spettacolo.


Il 14 Marzo c'è stata la presentazione dell'evento con l'intervento dello scrittore Erri De Luca e dell'attore Alessandro Haber che per l'occasione ha letto  “La nostalgia del poeta” dello scrittore e poeta Gabriele Tinti, già impegnato in un progetto che vede la composizione di opere composte per essere lette davanti alle opere d'arte.
Quest'oggi invece c'è un'anticipazione del Festival, ovvero "Aspettando il Festival" che prevederà l'esibizione la prima volta in un museo italiano di una vera e propria leggenda del jazz, Stanley Jordan!
Muse al Museo avrà inizio questo 19 aprile con "Acqua Matta", uno spettacolo di burattini che affronterà il tema dell'acqua: dell’uso, dell’abuso, dell’inquinamento e del valore infinito e pericoloso che questo bene può avere.
Il 20 Aprile ci sarà il concerto di Paolo Benvegnù, uno dei più importanti cantautori della scena alternative italiana degli ultimi 20 anni; seguito da un'intervista a Ferzan Ozpetek, regista di fama europea indiscussa racconterà la sua storia, la sua carriera, il rapporto con la città in un dialogo aperto tra cinema e arte.
Il 21 Aprile avremo poi il live acustico di una delle più interessanti rivelzioni del 2016, ovvero il vincitore del premio Tenco Francesco Motta.
Il 22 aprile sarà la volta di Niccolò Fabi che canterà e colloquierà con Paolo Benvegnù sul ruolo dell’artista, su ciò che ci spinge a creare a cercare sempre nuovi obiettivi e superare le frontiere tra le arti; quella stessa serà si esibiranno Peppe Servillo & Solis String Quartet in “Danzando Spassiunatamente”, un omaggio alla cultura e alla canzone classica napoletana, l’inizio di un viaggio, senza limiti di tempo e di spazio che vede l’avvicendarsi di brani famosi con brani meno conosciuti e qualche volta dimenticati.
Il 23 Aprile ci sarà Gino Paoli, prima insieme ad Amanda Sandrelli, poi insieme a Danilo Rea con cui porterà uno spettacolo dal titolo “Due come noi che…” un progetto che prevede una serie di concerti a base di voce e pianoforte, in cui il repertorio varia di serata in serata, rendendo unico ogni spettacolo veleggiando nel mare dell’improvvisazione grazie alle esperte mani di Rea e al desiderio di sperimentazione che da sempre accompagna Paoli.
Il 24 Aprile ci sarà il recital di Guido Catalano, poeta torinese rock che interpreterà le opere della sua ultima raccolta "Ogni volta che mi baci muore un nazista"; Enzo Decaro e Liliana De Curtis faranno un omaggio a Totò per i 50 anni dalla sua scomparsa.
Infine il 25 Aprile sarà una giornata predominata da Cristiano De Andrè che prima presenterà il suo libro "La Versione di C" in cui al centro è il rapporto con il padre Fabrizio e che quindi diventa un’occasione per fare i conti con un passato tribolato e un futuro ancora da scrivere. In serata poi si esibirà con trio acustico in "De Andrè canta De André" con l'apertura live di Paolo Benvegnù.
Questo non è il programma completo, ma solo alcune importanti anticipazioni di ciò che ci aspetta questo aprile al Museo Archeologi Nazionale di Napoli (il programma completo lo trovate a piè di pagina) in occasione del Festival Mann/Muse al Museo che è, inoltre, anche il primo Festival internazionale organizzato da un museo autonomo statale in base alla Riforma Franceschini.

INFO&BIGLIETTI
Aperto dal lunedì alla domenica dalle ore 09.00 alle ore 19.30
Chiuso il martedì. Quando il martedì coincide con un giorno festivo il Museo resta chiuso il mercoledì.
Intero: € 12.00
Ridotto: € 6.00
Ingresso serale: € 2.00
(Maggiori informazioni)

PROGRAMMA COMPLETO