Universiadi 2019: ecco i fondi

Scritto da Fabio Lauri Il . Inserito in Il Pallonetto

LAURI1

L’ambizioso progetto, divenuto realtà, delle Universiadi a Napoli, ha ricevuto finalmente il via libera dalla Giunta Comunale, riunitasi il 27 Luglio. Sono stati stanziati circa 21 milioni di euro per il restyling di tantissime strutture sportive, sia a Napoli che in tutta la Campania.

I progetti approvati dalla Giunta saranno trasmessi all’Agenzia regionale Universiadi, presieduta da Raimondo Pasquino, per la sottoscrizione di un apposito Accordo di Programma finalizzato alla realizzazione dei lavori. Gli impianti da rinnovare sono i seguenti: per le gare PalaVesuvio, Stadio San Paolo, PalaBarbuto, Piscina Scandone, Pala Dennerlein. Per gli allenamenti Virgiliano, Polifunzionale di Soccavo, Campo sportivo Giorgio Ascarelli, Stadio Caduti di Brema, Stadio S. Pietro a Patierno. Sul Lungomare, invece, sono previsti campi per gare e allenamenti.

I lavori, i quali dovranno essere ultimati entro il 2 Febbraio 2019, oltre ad offrire comodità agli atleti e, successivamente, impianti all’avanguardia per i cittadini Napoletani, andranno a rappresentare uno dei più grandi investimenti realizzati nell’ambito dello sport in Campania.

La domanda resta però sempre la stessa. L’opera di ristrutturazione riuscirà ad essere terminata in due anni? I fondi destinati alle strutture saranno utilizzati in modo consono al loro vincolo di destinazione? Le risposte, non possiamo averle nell’immediato, ma di sicuro una cosa è certa: abbiamo la possibilità di creare un enorme polo sportivo nel meridione, un’occasione che non va sprecata.

Questo il dettaglio delle discipline e dei costi: (Fonte La Repubblica)

costi

Banner AIRC

Iscriviti alla nostra NewsLetter e risparmia subito 5€ sul prossimo acquisto