fbpx

Le evoluzioni del processo telematico in convegno a Napoli

Scritto da Lorenzo Riccio Il . Inserito in Port'Alba

Ritaglio

Lo scorso martedì 10 ottobre si è tenuto presso la Sala Arengario del Palazzo di Giustizia di Napoli un nuovo momento di approfondimento dal titolo “Processo Telematico – Situazione attuale ed evoluzioni deontologiche – Il PCT dal vivo” organizzato dalla Scuola ADG – Alta Docenza Giuridica insieme all’Associazione M.A.A.T. – Movimento Autonomo Avvocati Telematici ed in collaborazione con il Forum dei Giovani della Regione Campania e l’Associazione studentesca US – Università degli Studenti.

Un convegno che ha riscontrato un’ampia partecipazione in ragione della multisettorialità con cui è stato trattato il processo telematico, affrontandone i risvolti pratici non soltanto in ambito civile ma anche in quello amministrativo, con un approfondimento dedicato anche al diritto ecclesiastico.

 Dopo i saluti iniziali dell’avv. Tullio Tiani, Responsabile Organizzativo della Scuola ADG, di Alessandro Malfi, dell’Associazione US, e del dott. Renato Luca Carbone, segretario del Forum Regionale dei Giovani della Campania, i lavori sono stati moderati dall’avv. Camillo Bruno, con introduzione dell’avv. Giuseppe Napolitano, coordinatore della Commissione Informatica del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli.

 I soci del M.A.A.T., gli avvocati Tommaso Caserta, Francesco Saverio Orlando e Bruno Spagna Musso, hanno dato il via al dibattito, analizzando diversi aspetti pratici del processo civile telematico e della situazione italiana dal punto di vista della diffusione di internet, dei computer e di una vera e propria cultura informatica tra cittadini e professionisti. Durante i vari interventi, che spaziavano dall’analisi della PEC, la posta elettronica certificata, alla scoperta dei segreti della firma certificata, si è proceduto anche ad una vera e propria simulazione pratica del PCT in diretta, tra le domande del pubblico interessato.

Dal Processo Civile Telematico, poi, si è passati ad affrontare il tema della possibile introduzione del processo telematico nell’ambito del diritto ecclesiastico con la relazione dell'avv. Luca Molea. Ultimo intervento quello dell’avv. Cristina Spizuoco che si è soffermata sul Processo Amministrativo Telematico attraverso una simulazione della compilazione dei moduli di deposito telematico e riferimenti alla giurisprudenza formatasi sul punto negli ultimi mesi.

 Un convegno che si è posto sicuramente in linea di continuità con gli approfondimenti sul Processo Telematico degli ultimi tempi ma che allo stesso tempo si è dimostrato innovativo per aver trattato il tema con riferimento ad una pluralità di ambiti giuridici.

Ai partecipanti sono stati riconosciuti 3 crediti formativi, di cui 1 in materia obbligatoria, da parte del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Napoli, che ha patrocinato l’evento. Per ulteriori informazioni sugli eventi e sui corsi organizzati in Italia dalla Scuola ADG, vi rimandiamo al sito web ufficiale www.adgroma.eu. 

Tags: giustizia convegno processo telematico avvocati docenza giuridica