La lunga “storia” della galleria laziale

Scritto da Elisabetta Di Fraia Il . Inserito in Succede a Napoli

galleria laziale

Il 10 novembre scorso sembra una giornata come tutte le altre. in realtà non sarà così. Fin dalle prime ore del mattino il caos regna sovrano nel quartiere napoletano di fuori grotta : il traffico è in tilt e la viabilità completamente paralizzata.

La causa è la chiusura della galleria laziale per cedimento strutturale. In realtà il crollo di calcinacci dalla volta della galleria si è verificato sabato 8 novembre sera e i vigili del fuoco hanno imposto la chiusura immediata della galleria per il pericolo imminente di crolli. Tuttavia, il Comune di Napoli è rimasto ad attendere che si verificasse il caos senza prendere alcun provvedimento immediato se non quello di vietare l'accesso al tunnel. Non è stato previsto un piano di comunicazione dei disagi, non è stato ipotizzato un piano traffico alternativo per consentire alle automobili di raggiungere Mergellina da Fuorigrotta. Nulla . A tal punto che durante il primo sopralluogo in galleria c’è stato un forte scontro tra l’assessore ai trasporti Calabrese e il presidente della commissione trasporti del comune di napoli , Nino Simeone che ha accusato Calabrese di non aver studiato immediate contromisure al caos: «È inconcepibile che, rispetto a un evento verificatosi di sabato sera, l'Amministrazione abbia lasciato trascorrere l'intera giornata successiva senza mettersi in movimento per predisporre un piano di emergenza - ha tuonato Simeone - peraltro lasciando la polizia municipale in balìa degli eventi senza direttive e senza la possibilità di comunicare eventuali percorsi alternativi“. Solo il 16 novembre, la giunta comunale approva la una delibera che definisce gli interventi per la messa in sicurezza dando inizio ai lavori ,portati avanti dalla RFI (Rete Ferroviaria Italiana) S.p.A., che si occuperà proprio della sicurezza perché la Galleria Laziale è sovrappassata dalla linea 2 della metropolitana. Inoltre, la società in questione può intervenire immediatamente tramite ditte già selezionate e sotto contratto, quindi i lavori dovrebbero essere celeri. Il tempo stimato per i lavori è inizialmente previsto in 30 giorni. La chiusura della Galleria Laziale ha creato disagi significativi alla mobilità cittadina, questo ha spinto l’amministrazione comunale ad avviare sabato 24 novembre il doppio senso di circolazione nella Galleria Quattro giornate ed ad anticipare la riapertura della galleria laziale a venerd’ 23. «Ciò consentirà la realizzazione della seconda fase dei lavori (manutenzione straordinaria) nella Galleria laziale senza impatti sulla mobilità tra Fuorigrotta e il centro», ha scritto in una nota l’assessore alla mobilità del Comune Mario Calabrese. Gli automobilisti che devono raggiungere Mergellina da Fuorigrotta, infatti, durante il giorno potranno scegliere tra i due tunnel, mentre di notte dovranno percorrere la Galleria Quattro giornate visto che la Laziale resterà chiusa per il proseguimento dei lavori. Dopo l'accelerata per la riapertura della Galleria Laziale, chiusa ora di notte per consentire la rifinitura dei lavori di manutenzione, e l'instaurato doppio senso di marcia nella Galleria Quattro Giornate, i problemi della viabilità napoletana, per chi cerca di raggiungere o di lasciare Fuorigrotta, non sembrano essere risolti. Nell'area di Piedigrotta il traffico, in virtù dell'inedito doppio senso di marcia, è congestionato. Secondo il consigliere comunale Nino Simeone l'area è "perennemente intasata in quanto una sola corsia non riesce a far defluire l'enorme numero di vetture che da piazza Sannazaro si dirige verso Fuorigrotta". Pertanto il consigliere ha chiesto formalmente, attraverso un documento inviato all'assessorato competente presieduto da Mario Calabrese e al dirigente della Polizia Locale Ciro Esposito, una rettifica al piano di viabilità: "Si chiede di ripristinare il senso unico nella Galleria Quattro Giornate fino a sera, attivando eventualmente il doppio senso negli orari in cui viene chiusa la Galleria Laziale". La richiesta formale del consigliere è stata accolta così si legge in una nota del comune di napoli “Dalle ore 24 avranno inizio i lavori di 'idropulitura' della Galleria Quattro Giornate di Napoli. I lavori continueranno nelle notti del 28, 29 e 30 novembre. "Al fine di consentire i lavori - si afferma - la prossima notte sarà chiusa al traffico la corsia da via Caio Duilio a via salita della Grotta. Da domani sarà ripristinato il senso unico di circolazione nella Galleria in direzione Fuorigrotta. I veicoli provenienti da Fuorigrotta e diretti verso il centro della città potranno percorrere la Galleria Laziale“

Regola...mentiamoci!?!

Esperanza di PD. La comunità è una assenza

Banner AIRC

Iscriviti alla nostra NewsLetter e risparmia subito 5€ sul prossimo acquisto