La Solita Inter

Scritto da Matteo Zapelli Il . Inserito in Il Pallonetto

inter cris

Che cosa non va nell’Inter? Tutto, si direbbe. Nella prima parte di stagione la squadra di Luciano Spalletti, pur non proponendo quasi mai del bel gioco, aveva ottenuto una serie impressionante di 16 risultati utili di fila, tra cui 12 vittorie, che avevano lasciato in secondo piano la qualità del gioco, considerando anche che quelli erano i primi mesi di Spalletti sulla panchina dell’Inter.
Ma a dicembre, nel momento in cui è calato il rendimento dei tre giocatori su cui l’Inter faceva più affidamento, il capitano e centravanti Mauro Icardi e i due esterni offensivi Ivan Perisic e Antonio Candreva, nessun altro è riuscito a tenere in piedi la squadra.

I problemi principali dell’Inter nascono dall’evidente calo nella condizione di Perisic e Candreva, che hanno privato la squadra del suo “motore” principale, lo stesso che permetteva a Icardi di segnare con regolarità. In assenza del contributo fondamentale dei due esterni offensivi, il centrocampo non è in grado di venire in soccorso, perché anche le prestazioni di Matias Vecino sono calate, mentre Roberto Gagliardini non può contribuire più di tanto alla manovra offensiva.

Borja Valero, il regista, continua a disputare buone partite, ma intorno a lui si può dire che non funzioni nulla. Fra le prime cinque squadre del campionato l’Inter è quella che gioca peggio, e da due mesi a questa parte ha perso anche quella tenacia che nelle prime partite di campionato le aveva permesso di restare sempre in partita, vincendo anche grazie a gol segnati negli ultimi minuti. E come ha sostenuto l'allenatore Spalletti: “Appena ci va storto qualcosa perdiamo di fiducia e dimostriamo di avere un carattere debole e torna il timore dei precedenti trascorsi." Insomma, cara Inter, quando ti rialzerai e cambierai per davvero?

Banner AIRC

Iscriviti alla nostra NewsLetter e risparmia subito 5€ sul prossimo acquisto