Tra patria ed Europa

Scritto da Antonio Capotosto Il . Inserito in Il Pallonetto

Ajax

Ciak si gira. Alla conquista del Vecchio Continente, dopo l'abbuffata tricolore. C'era una volta l'Inter dominatrice nello Stivale ma balbettante in Europa e così nella prima stagione alla Pinetina (ultima di CR7 in Inghilterra) José Mourinho capì come rafforzare la Beneamata dopo l'eliminazione di Manchester: missione compiuta.
Se nella storia madridista si ricordano soprattutto i capitoli iniziali del romanzo Champions, dall'annata 1960-'61 la Casa Blanca ha accolto cinque campionati di fila, prima del sesto alloro continentale. 'Manita' nazionale anche due decenni dopo, quando il Real ha conquistato -inoltre- due edizioni consecutive della Coppa Uefa. In quelle stagioni un grande trofeo è mancato invece al Bayern, nonostante la Bundesliga festeggiata a Marienplatz dal 1985 al '90. Nel 1974 i monacensi celebravano il trittico nazionale assieme alla prima Coppa Campioni. Sono cinque le Champions presenti nella bacheca del club tedesco, una in più dell'Ajax. E la Juventus di Lippi impedì alla squadra di Van Gaal il secondo 'doblete' consecutivo: a differenza di quanto accaduto ventitré anni prima a Belgrado, quando la Vecchia Signora si era arresa a Rep e compagni. Nel 1996 i 'Lancieri' si consolarono con il terzo campionato di fila (senza dimenticare la Coppa Intercontinentale).
L'estasi di un alloro europeo in un mare di titoli nazionali: una gioia che hanno provato anche Liverpool, Manchester United, Barcellona e Milan.
E tu, Vecchia Signora, sei pronta a regalare un'altra Champions all'asso portoghese? Vorresti tanto chiamarlo CR6...
Se nel 2014 il club sabaudo avesse conquistato l'Europa League, sarebbe diventato il primo ad averlo vinto più volte. Dieci giorni dopo il terzo scudetto consecutivo dell'era Conte.

Banner AIRC

Iscriviti alla nostra NewsLetter e risparmia subito 5€ sul prossimo acquisto