In un Estate da bollino rosso spuntano nuove bandiere blu

Scritto da Gabriele Crispo Il . Inserito in Succede a Napoli

bandiera blu

Siamo giunti nel vivo della stagione estiva e come ogni anno la domanda che perseguita il vacanziere italiano è: "dove posso trascorrere le vacanze?" Naturalmente la meta privilegiata resta come ogni anno il mare.

Per scegliere la spiaggia ideale, in questa stagione estiva da bollino rosso per le temperature e il traffico, è consigliabile dare una lettura veloce all'elenco delle bandiere blu che ogni anno la Foundation for Environmental Education, la FEE, elabora. La bandiera blu è un riconoscimento conferito alle località costiere europee in virtù della soddisfazione di alcuni criteri che peculiarmente i litorali debbono possedere. I criteri classici di riferimento sono "relativi ai parametri delle acque di balneazione e al servizio offerto dai centri balneari, tenendo in considerazione la pulizia delle spiagge e degli approdi turistici." L'Italia si piazza in questa speciale classifica in top 5, una posizione lusinghiera, ma nettamente inferiore a quella della Spagna, Francia, Turchia e Grecia. "Nonostante le capacità l'allieva non si impegna": malgrado i 7600 km di costa, seconda solo alla Grecia, l'Italia ha meno bandiere blu di Paesi che possiedono disponibilità di costa inferiori.

Nel 2018 sono state 175 le località e 368 le spiagge italiane premiate con la Bandiera Blu. Crescono i luoghi premiati in Campania, che sono 18. Si è aggiunta infatti la spiaggia di Ortoconte/ Capitello a Ispani; Marina di Cassano a Piano Sorrento e San Francesco, Riviera di Massa a Sorrento.

La regione con più località premiate è la Liguria, con ben 27 bandiere blu, segue la Toscana con 19 e la Campania con 18. La Campania ha negli ultimi anni scalato la classifica salendo, insieme alla Puglia, di ben tre posizioni quest'anno.

La provincia di Caserta non ottiene, complice l'inquinamento selvaggio, nemmeno una bandiera blu; la provincia di Napoli ne ottiene 4 e quella di Salerno ben 14.

Nella provincia di Napoli abbiamo: ad Anacapri, Faro/ Punta Carena, Gradola / Grotta Azzurra; a Massa Lubrense, Baia delle Sirene, Marina del Cantone, Marina di Puolo, Recommone; a Piano di Sorrento Marina di Cassano e a Sorrento, San Francesco, Riviera di Massa.

In provincia di Salerno abbiamo ad Agropoli, Torre San Marco, Trentova, Spiaggia Libera Porto, Lungomare San Marco; ad Ascea,Piana di Velia, Torre del Telegrafo, Marina di Ascea; a Capaccio Paestum, Varolato / La Laura / Casina d'Amato, Licinella, Torre di Paestum / Foce Acqua dei Ranci; a Castel Velino, Dominella / Torre, Lungomare / Isola; a Castellabate , Lago Tresino, Marina Piccola, Pozzillo / San Marco, Punta Inferno, Baia Ogliastro a Centola, Marinella, Palinuro (Le Saline / Le Dune / Porto); a Ispani, Ortoconte / Capitello; a Montecorice, San Nicola, Baia Arena, Agnone, Capitello; a Pisciotta, Sud (Ficaiola, Torraca, Gabella), Nord (Pietracciaio, Fosso della Marina, Marina Acquabianca); a Pollica, Acciaroli, Pioppi; a Positano, Arienzo, Fornillo, Spiaggia Grande; a San Mauro Cilento, Mezzatorre; a Sapri, Cammarelle, San Giorgio e infine a Vibonati, Santa Maria Le Piane, Torre Villammare, Oliveto.

Nel 2018 non si sono riconfermate, fermo restando l'ingresso di tante nuove località, Anzio (RM), Gabicce Mare (PU), Pozzallo (RG),Termoli (CB).

FonteFonte

Banner AIRC