Pino Corvo: “Salerno può ricoprire un ruolo importate”

Scritto da Andrea Esposito Il . Inserito in Il Pallonetto

ESPOSITO PINO CORVO

Raggiunto dai nostri microfoni Pino Corvo ci racconta gli spiacevoli incidenti di domenica sera e fa il punto sulle aspirazioni della sua Virtus Arechi Salerno.

Nello scorso weekend si è archiviata la prima giornata del girone D del campionato di serie B. A portare a casa i 2 punti è la sola Decò Caserta che si aggiudica il derby contro Salerno, partita molto equilibrata terminata 65-68 per i bianco-neri. Amaro in bocca per Pozzuoli che al PalaErrico getta alle ortiche una partita quasi perfetta contro la IUL Roma (73-79 il finale), e Napoli che contro la LUISS Roma complice un evidente calo fisico nel secondo tempo viene sconfitta dai capitolini col punteggio di 75-68. Battipaglia esce con le ossa rotta dalla trasferta al PalaAia di Palestrina, gli arancio-verdi si impongono col severo punteggio di 72-52. Purtroppo oltre la cronaca sportiva, questa domenica è accaduto qualcosa di brutto che non ha niente a che fare con lo sport. Come riportato da BasketInside.com durante la sfida tra Salerno e Caserta, i tifosi ospiti hanno devastato il PalaZauli di Battipaglia. Prima con fumogeni e poi con atti di vandalismo all’infrastruttura e ai bagni.

Raggiunto dai nostri microfoni Pino Corvo, dirigente della Virtus Arechi Salerno, ha rilasciato alcune dichiarazioni. “Purtroppo un gruppo nutrito di Ultras Casertano hanno fatto un po' di caos, accendendo un fumogeno durante la partita e poi vandalizzando i bagni, ci sono stati problemi con la polizia nel post-partita. Noi non ci aspettavamo la presenza di un gruppo ultras al seguito di Caserta sinceramente. La Virtus Arechi Salerno come società aveva donato 60 ticket omaggio alla Decò Caserta, non credevamo che poi questi ticket venivano girati agli ultras. Non aspettandoci un seguito del genere, il servizio d’ordine per l’evento non era eccessivamente numeroso anche perché il tifo salernitano è fatto da famiglie e bambini non certo da gruppi organizzati. Dispiace per quanto accaduto perché poi non ci sono stati cori offensivi o altri atteggiamenti anti-sportivi, questo gruppo ha solo fatto il tifo per la propria squadra, sfortunatamente nel dopo partita, complice l’irruenza, si è andato un po' troppo oltre.

I danni recati al palazzetto verranno risarciti dalla Decò Caserta a Battipaglia che aveva concesso il proprio campo per ospitare la partita. Tornando al match, non mi sento di rimproverare niente ai miei ragazzi. Siamo andati vicinissimo alla vittoria contro una squadra che a detta di tutti è destinata a vincere il campionato o quanto meno una delle più accreditate a farlo. Secondo me da questa partita possiamo uscirne rafforzati, logicamente la sconfitta fa male ma siamo consapevoli di aver giocato bene e di poter crescere ancora su molti aspetti. Salerno può ambire a ricoprire un ruolo importante in questo campionato, dobbiamo lavorare ancora molto ma giocatori esperti come Maggio e Diomede possono darci una grossa mano.”

FOTOGRAFIA DI GIANCARLO VENOSA

Banner AIRC

Iscriviti alla nostra NewsLetter e risparmia subito 5€ sul prossimo acquisto