Viaggio nelle province della Campania: la città metropolitana di Napoli

Scritto da Gabriele Crispo Il . Inserito in Napoli IN & OUT

CRISPO

Finisce con la città metropolitana di Napoli il viaggio di QdN nelle province della Campania. La città metropolitana di Napoli conta più di tre milioni di abitanti ed è la terza città metropolitana italiana per numero di abitanti, dietro Milano e Roma. La città metropolita di Napoli ha sostituito la provincia di Napoli dal 1 Gennaio 2015.

Il territorio metropolitano coincide con quello della provincia soppressa.

La città metropolitana è dotata di vari organi, quali: il consiglio metropolitano, la conferenza metropolitana e il sindaco metropolitano. Comprende un area vulcanica e molto sismica. Il territorio dell'ente occupa appena l'8,6% della superficie campana e in esso è concentrata più della metà dell'intera popolazione regionale. Tra le quattordici città metropolitane italiane, Napoli è la meno estesa, ma è quella con più densità abitativa. Tale fenomeno di sovraffollamento ha creato un forte squilibrio demografico, con inevitabili ripercussioni su fenomeni quali la disoccupazione, la criminalità e la bassa qualità della vita.

Le 10 municipalità di Napoli e i 96 comuni di della ex Provincia, dovranno trasformarsi in una serie di zone territoriali omogenee, che dovranno sostituire i comuni. Il comune di Napoli conta 990.000 abitanti. Le altre città della zona metropolitana sono Giuliano in Campania, che conta più di 125.000 abitanti; Torre del Greco che conta 90.000 abitanti; Pozzuoli, Casoria, Castellamare di Stabia, Afragola, Acerra, Marano di Napoli, Ercolano, Portici e Casalnuovo di Napoli, che sono tutte città che superano abbondantemente i 50.000 abitanti.

Napoli Centrale è il terminal ferroviario più importante di tutto il Meridione; altri terminal molto grandi sono quello di Napoli Afragola, Napoli Mergellina e Napoli Campi Flegrei. Le principali linee ferroviarie che attraversano la città metropolitana sono: la Roma-Napoli (AV), la Napoli-Salerno, la Roma-Cassino-Napoli, la Roma-Formia-Napoli, la Napoli-Foggia e la ferrovia Tirrenica Meridionale. Oltre alla moderna metropolitana; alle quattro funicolari e ai servizi ferroviari regionali; la città metropolitana di Napoli è attraversata da ben cinque autostrade, che sono l'A1 Autostrada del Sole (Milano-Napoli); l'A3 (Napoli–Salerno); l'A16Autostrada dei Due Mari (Napoli –Canosa); l'A30 (Caserta – Salerno) e l'A56 (Tangenziale di Napoli).

Il principale porto della città metropolitana e uno dei più importanti d'Europa è il porto di Napoli, a cui seguono nell'ordine i porti di Torre del Greco, Torre Annunziata, Castellammare di Stabia, oltre che quelli turistici delle isole del golfo e di Bacoli, Pozzuoli e Sorrento. Non lontano dal centro di Napoli è presente l'Aeroporto di Napoli-Capodichino, il secondo del Sud Italia e uno dei più trafficati d'Italia.

La città metropolitana di Napoli è ricca di luoghi di interesse artistico: a Napoli ricordiamo il Centro Storico, i monumenti e la Napoli sotterranea. Ricordiamo poi il Cimitero delle Fontanelle e le Catacombe; Città della Scienza; il Vesuvio; le Stazioni Metrò dell'Arte.

C'è poi il Golfo di Napoli; gli scavi di Pompi, Ercolano e Stabia. Ricordiamo tra l'altro Sorrento e la Penisola sorrentina, Ischia, Capri e Procida.

Napoli, città prima greca; poi romana, dopo essere stata conquistata dai bizantini divenne un potente Ducato, sempre alle prese con guerre interne. Conquistata dai normanni, entrò a far parte del Principato di Capua, nel neonato Regno di Sicilia, poi Regno di Napoli e poi ancora Regno delle Due Sicilie. Da ex Capitale del potente Regno borbonico è diventata una delle più grandi città d'Italia problematica, oggi, come ieri, Neapolis, la Città Nuova, è ricca di prospettive che potranno ridisegnare il futuro di un'area da sempre destinata a fare la differenza.

Banner AIRC