Verso Napoli - Spal

Scritto da Antonio Capotosto Il . Inserito in Il Pallonetto

CAPOTOSTO2

“Bugatti-Burgnich-Facchetti...”. Fino a Corso. L'estremo difensore della Grande Inter era Giuliano Sarti, ma la sera del 27 maggio 1964 l'ex viola -prima della finale di Coppa Campioni- venne colpito da una pallonata al ventre basso nel riscaldamento (allarme poi rientrato) e Nicolò Carosio annunciò il secondo portiere della Beneamata, arrivato sotto la Madonnina nel '61. E prima delle otto stagioni partenopee Bugatti difese i pali del club estense per due stagioni.

Vi era anche lui tra i ventidue in campo nel match tra Napoli e Spal del campionato 1959-'60, con il Ciuccio sconfitto nettamente (0-3). Era l'incipit nella massima serie del ferrarese Gianni Corelli, colui che tre stagioni dopo avrebbe siglato la prima rete nella finale di Coppa Italia all'Olimpico di Roma: ma con la maglia del Napoli.

Il 20 settembre di cinquantanove anni fa si giocava allo stadio Collana e la maglia n°7 della Spal era indossata da Carlo Novelli, ex ala partenopea. Il mediano del Ciuccio era Sergio Morin, che il club del Golfo aveva acquistato nel '56 dagli estensi. Quando lasciava Ferrara, giungeva in Emilia Adelmo Prenna, il quale avrebbe chiuso la carriera nel Napoli. Anche Ottavio Bianchi ha vestito la casacca spallina, l'ultima da calciatore.

La stagione antecedente il primo Europeo è stata la seconda alla guida degli estensi per Fioravante Baldi, il quale da giocatore ha vestito anche la maglia partenopea. E sul rettangolo verde difese i colori della Spal Pietro Santin, sostituito da Rino Marchesi alla guida dei partenopei nell'annata antecedente l'arrivo di Maradona. Il campionato 1959-'60 è ricordato anche per il trasferimento del Napoli al San Paolo. Nell'inserto del Guerin Sportivo di quarantasei mesi fa Carlo Felice Chiesa ha scritto: '' La salvezza venne raggiunta solo alla penultima giornata e, nonostante gli incassi da record garantiti dalla capienza del nuovo impianto, i sogni di gloria di Lauro restarono chiusi nel cassetto”.

Banner AIRC