fbpx

Il Napoli Bask-in allarga i suoi orizzonti

Scritto da Andrea Esposito Il . Inserito in Il Pallonetto

47101570 882745458741554 4225681961617719296 n

Nel week-end la realtà partenopea del Napoli Bask-in è andata in “trasferta”, precisamente a Borgomanero, per un week-end di sport e divertimento.

In un week-end si possono fare tante cose come divertirsi, staccare la spina dopo una settimana di lavoro, stare a casa a non fare niente tutto il giorno ma in un fine settimana si può anche regalare un sogno.

La due giorni del Napoli bask-in a Borgomanero è un primo passo verso un qualcosa di grande.

Un’avventura da raccontare col sorriso sulle labbra l’amichevole tra le squadre di bask-in di Napoli e Borgomanero, un abbraccio durato quarantotto ore. Il tutto è partito dall’amicizia tra Pietro Pironi e Giancarlo Garraffa che quasi per gioco hanno ideato questo evento che è poi diventato realtà grazie all’entusiasmo di Max Negretti, Stefano Argento e Vittorio Scotto di Carlo che ne hanno consentito la realizzazione con enorme felicità da parte di tutti i ragazzi partecipanti.

Raggiunto dalla nostra redazione, Giancarlo Garraffa ha parlato proprio dell’evento tenutosi questo week-end.

“Le realtà del ‘Bask-In Ciuuff’ di Borgomanero e del Napoli Bask-in supportati dai Napoli Charlatans si sono incontrate ed hanno dato vita ad una due giorni di turismo, bask-in, sorrisi e per alcuni nostri ragazzi la realizzazione di un sogno come il primo viaggio fuori casa in una realtà completamente diversa da quella alla quale sono abituati. La forza del bask-in dovrebbe essere questa: simpatia, amicizia, aggregazione ed inclusione. Se poi a questo si riesce ad abbinare la possibilità di viaggiare conoscendo nuovi porti, nuove persone, culture differenti uscendo dal campo col sorriso si raggiunge probabilmente l’apoteosi. In tutto questo c’è stata anche una partita, che è finita con un punteggio che nessuno ricorda. Francamente penso sia stata la cosa meno importante di tutta questa splendida esperienza.”

Ancora in merito a questa due giorni di sport Vittorio Scotto ha dichiarato: “Il confronto è il sale di tutte le attività sportive, per noi è stato utile confrontarci con la realtà di Borgomanero anche per capire come organizzare per il meglio le nostre attività ed il nostro lavoro. Posso dire che è stato bellissimo tessere nuove relazioni umane, del resto nel bask-in ci accomuna una sola cosa: l’amore per il prossimo”

Stefano Argento ha poi aggiunto: “Ospitare il Bask-In Borgomanero è stato un onore, la loro asd con esperienza quasi decennale è stato un grande sprone per noi che siamo neofiti di questo sport. Abbiamo bisogno di questo tipo di esperienze per crescere e migliorare”.