fbpx

Misteri e casi da risolvere nel cuore del centro storico di Napoli: Sherlock Holmes al Museo del Sottosuolo

Scritto da Vittoria Ziviello Il . Inserito in Succede a Napoli

sharlock 2

Sabato 2 e Domenica 3 febbraio si terrà, presso il Museo del Sottosuolo, sito in Piazza Cavour, il primo episodio di un affascinante ed innovativo progetto narrativo organizzato dal Demiurgo, una ditta specializzata nell’ organizzazione di spettacoli, teatro interattivo e svariati tipi di rappresentazioni. Il progetto in parola, vedrà gli stessi personaggi muoversi in alcuni dei luoghi più belli della Campania e narrando storie diverse, incrociando il teatro con la narrazione dei beni culturali e dei luoghi d’arte.

Questa volta, i protagonisti della nuova “saga teatrale” sono gli stessi personaggi dei racconti di Sir Arthur Conan Doyle, ma le ambientazioni saranno naturalmente molto diverse. In questo primo episodio, il rinomato detective Sherlock Holmes ed il suo fedele compagno di avventure John Watson dovranno risolvere i misteri legati ad una serie di efferati delitti commessi da una setta sanguinaria.

Ogni episodio sarà autonomo rispetto agli altri, tuttavia, la storia nel suo insieme presenta un filo conduttore che collega in qualche modo tutte le vicende in un unico intreccio.

Nel corso dei mesi, la trama andrà complicandosi e arricchendosi con sempre maggiori dettagli; saranno anche inseriti strumenti multimediali e interattivi, cortometraggi ed episodi web, al fine di realizzare un teatro “parallelo” che si auto-racconta.

Gli episodi successivi di questa micro-saga sono già stati programmati per l’inizio dell’estate e ce ne saranno ancora il prossimo autunno. Le location sono ancora da svelare.

Per quanto riguarda il cast, anch’esso è assolutamente promettente. Nei panni di Sherlock troveremo Franco Nappi, mentre Watson sarà impersonato da Antonio Torino; non può mancare poi l’ispettore Lestrade, interpretato invece da Gaetano Migliaccio. Anche gli altri personaggi saranno tutti una sorpresa, da scoprire con l’andare avanti della storia. Regia e drammaturgia fanno invece capo a Francescoantonio Nappi.

Si tratta, dunque, di un’occasione assolutamente da non perdere, specialmente per gli amanti del brivido e della suspance.