fbpx

VI edizione del Carnevale sociale a Soccavo: “’O Cantastorie ovverosia Chi a conta just e chi no”

Scritto da Vittoria Ziviello Il . Inserito in Succede a Napoli

ZIVIELLO

La festività del Carnevale è da secoli celebrata da coloro che seguono la tradizione cristiana, in particolare cattolica. Le origini di questa festa, tuttavia, sono da rintracciarsi nelle antiche celebrazioni delle feste Dionisiache della Grecia antica e nei Saturnali della tradizione romana.

Molte sono in effetti le somiglianze tra i riti e le celebrazioni “pagane” e quelle odierne. Protagonisti indiscussi sono i costumi esagerati, i carri allegorici e i banchetti sostanziosi. Nel corso dei secoli, la festa del Carnevale ha assunto le più disparate ed originali connotazioni a seconda del luogo in cui viene celebrato; ognuno con le sue particolarità e tradizioni.

A questo proposito è da segnalare una della tante sfilate carnevalesche organizzate nel quartiere napoletano di Soccavo, nel giorno 5 Marzo 2019, ad opera del Centro Autogestito Piperno.

Giunto alla sua VI edizione, il Carnevale sociale quest’anno sceglie un tema di fondo molto attuale: “’O CANTASTORIE, ovverosia, CHI A CONTA JUST E CHI NO”. Il titolo dell’evento vuole evidenziare l’importanza di analizzare i fatti che stanno dietro alle parole, astenendosi dal credere alle sole “storie” che si sentono in giro.

Il messaggio che si vuole trasmettere è quindi quello di mettere sempre al primo posto la cultura per difendere noi stessi dai falsi miti, dai pregiudizi e dalle etichette.

Le attività presenti nel programma dell’evento saranno, dunque, tutte rivolte alla rielaborazione di questo tema, attraverso sfilate in maschera, sui carri o attraverso laboratori per bambini e ragazzi

Come si è avuto modo di constatare, il coordinamento del Carnevale Sociale è nato con il precipuo scopo di creare momenti di socialità e spazi di crescita per i giovani che vi prendono parte.

Le esperienze territoriali che stanno alla base del Carnevale Sociale alimentano una accurata allegoria della vita di tutti i giorni, che attraverso il gioco e lo scherzo, porta in strada e nei cortei quelle che sono anche le più complesse dinamiche socio-culturali. Mettendo in luce i problemi più evidenti che affliggono i quartieri della nostra città, il momento culminante delle sfilate carnevalesche si pone come un primo passo verso un cambiamento di rotta.