fbpx

La nuova mostra all’Antiquarium: SplendOri. Il lusso negli ornamenti ad Ercolano

Scritto da Francesca Ciampa Il . Inserito in Mostre

ciampa ercolano

Fino al prossimo 30 Settembre sarà possibile visitare, al costo di 11 euro, la mostra “SplendOri”. Il lusso negli ornamenti ad Ercolano” presso del Parco Archeologico di Ercolano.

Questa mostra rappresenta un evento importante non solo perché si tratta del primo grande avvenimento artistico all’interno dell’Antiquarium del Parco Archeologico di Ercolano ma anche dell’inaugurazione dell’apertura di quest’ultimo al pubblico.
In occasione sarà esposta una collezione di circa 100 monili e preziosi, unici ed inediti in quanto riscoperti dopo gli ultimi scavi. Inoltre questi gioielli verranno presentati proprio nel luogo di ritrovamento dove gli abitanti di Ercolano, nel tentativo di porli in salvo dalla lava, li nascosero all’interno delle loro dimore.
Ogni reperto porta con sé una storia, descrive l’antica arte dell’artigianato partenopeo e indica la casta di appartenenza del proprietario. Da questi ritrovamenti quindi non è possibile solo ammirare la bellezze di antichi preziosi ma di riscoprire le vicende degli abitanti locali.

Tra i diversi monili d’oro e preziosi, si ritrovano anche oggetti di uso personale che ci appaiono inconsueti sia per il materiale che per le tecniche di realizzazione. Questi oggetti infatti provengono da contesti peculiari che spesso si fanno rappresentanti di un valore ideologico, sociale, culturale e politico. Affianco ad un ognuno di essi è indicata una spiegazione al fine di permettere al fruitore una migliore comprensione dell’uso dei monili.

I più sorprendenti sono sicuramente gli oggetti dell’Antica Spiaggia, in quanto sono quelli più importanti sia dal punto di vista economico che simbolico. Infatti quelli ritrovati lungo la costa rappresentano i monili che trasportarono coloro che, invano, cercarono salvezza verso il mare.
Si tratta di gemme, monete, gioielli, strumenti preziosi che evocano il significato della cultura di un popolo, cristallizzato nei secoli. La mostra implementa modalità espositive moderne in cui il fruitore viene coinvolto in un percorso temporale in maniera sempre più attiva. Questo è possibile non solo grazie alla possibilità di interazione con il sito del ritrovamento ma anche grazie alla tecnologia che consente di indossare idealmente i gioielli e di condividere gli scatti con il resto del mondo.

Infine, la mostra rappresenta anche una tipologia pilota di evento artistico in quanto sarà animata da una serie attività didattiche e laboratori sviluppati in collaborazione con l’Istituto di Istruzione Superiore Francesco Degni di Torre del Greco al fine di innescare processi di produzione e conoscenza della tradizione artigianale campana.