fbpx

Cappella Sansevero: le visite guidate gratuite per in non udenti

Scritto da Francesca Ciampa Il . Inserito in Port'Alba

ciampa san severo

La Cappella Sansevero ha organizzato delle visite guidate gratuite per i non udenti qualora questi volessero visitare il suddetto museo, sito in Via Francesco de Sanctis. Questa iniziativa rientra nel programma di visite Sansevero in LIS che viene svolto in collaborazione con l’Ente Nazionale Sordi (ENS), la Sezione Provinciale di Napoli e l’Associazione Progetto Museo.


In questo modo, la comunità di non udenti ha la possibilità di poter conoscere la storia del principe Raimondo di Sangro, delle tipiche leggende partenopee e della bellissima architettura della Cappella di epoca barocca.
Le visite sono previste per sabato 23 marzo (ore 10:00), giovedì 18 aprile (ore 16:00), venerdì 24 maggio (ore 16:00), sabato 8 giugno (ore 10:00), venerdì 19 luglio (ore 17:00). Si ricorda che per partecipare è ovviamente obbligatoria la prenotazione della visita mediante l’Ente Nazionale Sordi che può essere contattato tramite email all’indirizzo prenotazioni.ensnapoli@gmail.com.
Lo scopo dell’evento è proprio quello di avvicinare all’arte e alla cultura tutte le persone abili o disabili abbattendo ogni forma di discriminazione. Questo infatti lo si può attuare in maniera concreta solo tramite una fruizione diretta del complesso monumentale. Il ciclo di lezione è tenuto dalla Professoressa Francesca Amirante, presidente dell’Associazione Progetto Museo, insieme ad un’interprete del LIS. Queste ore di studio sono state necessarie per formare alcuni associati ENS (Ente Nazionale Sordi) come guide private. In questo modo, attraverso la comunicazione nel linguaggio dei segni persone con lo stesso deficit possono aiutarsi tra loro.
Infatti la lingua dei segni comunica il proprio significato attraverso l’uso e la gesticolazione delle mani, le espressioni del viso o i movimenti del corpo. Ad ogni segno possono essere accompagnati anche aspetti non verbali ma espressioni soprasegmentali di intonazione. Il linguaggio dei differisce in base alla nazionalità di provenienza, infatti in Italia è diffuso il LIS (Lingua dei Segni Italiana).
Lo scopo ultimo di questi eventi e di questi corsi è proprio quello di incentivare l’inclusione sia attraverso progetti storico-artistici sia attraverso le collaborazione tra enti pubblici e privati. In particolare va annoverata l’azione territoriale dell’ENS (Ente Nazionale Sordi) che dal 1932 si pone a tutela delle persone sorde in Italia e promuove iniziative come questa attraverso la facilitazione di accordi e convenzioni con società, pubbliche amministrazioni e organismi competenti.