fbpx

#IoCiSto - La Libreria di Tutti presenta: “Tutto Sarà Perfetto”, di Lorenzo Marone.

Scritto da Francesco Verdosci Il . Inserito in Letteratura

Tutto sarà Perfetto lorenzo marone IOCISTO

Napoli, Martedì 2 Luglio 2019, ore 18e30. Nella splendida cornice vomerese di Piazzetta Fuga, #IoCiSto-La Libreria di Tutti ci regala un’altra partecipatissima ed applauditissima presentazione: Lorenzo Marone, amatissimo autore napoletano d.oc da record (più di 300 mila copie vendute solo in Italia e tradotto in ben 16 paesi nel mondo), sceglie nuovamente la libreria partenopea ed il suo “open space estivo” come esclusivo palcoscenico per il suo ultimo romanzo dal titolo “Tutto Sarà Perfetto” (edito per la collana “I Narratori – Feltrinelli”) dall’inedita quanto esotica ambientazione procidana che volutamente cita ed omaggia l’atmosfera indimenticabile del capolavoro “L’isola di Arturo“ di Elsa Morante.

 

Quest’agrodolce e commovente nuovo romanzo di Lorenzo Marone – che è stato presentato dai soci della Libreria di Tutti #IoCiSto Amedeo Borzillo ed Armando Grassitelli nonché letto dinanzi ai numerosi appassionati dall’incantevole voce e presenza dell’autrice Federica Flocco – ci narra le vicende di Andrea Scotto, la cui vita è tutto fuorché perfetta, soprattutto quando c'è di mezzo la famiglia. Quarantenne single ed ancora ostinatamente immaturo, Andrea ha sempre preferito tenersi alla larga dai parenti: sia dal padre Libero Scotto, ex comandante di navi procidano - trasferitosi a Napoli con i figli dopo la morte della moglie - che dalla sorella Marina, sposata, con due figlie ed un chiarissimo problema di ansia da controllo.

lorenzo marone firmacopie IOCISTO

 

Quando però Marina è costretta a partire lasciando il padre gravemente malato, tocca ad Andrea prendere il timone di questa barca un po’ alla deriva che è la sua famiglia. Inizierà un fine settimana quanto mai rocambolesco, in cui il divieto di fumare imposto da Marina è solo una delle tantissime e snervantissime regole che vengono puntualmente ed ironicamente infrante. Tallonato da “Cane Pazzo Tannen”, un terribile bassotto che ringhia anche quando dorme, costretto a stare dietro a un padre ottantenne che non ha affatto intenzione di farsi trattare da infermo, Andrea Scotto sbarca a Procida, tornando dopo tanti anni sui luoghi dell'infanzia, sulla spiaggia nera vulcanica che ha fatto da sfondo alle sue prime gioie e delusioni d'amore e tra le case colorate della Corricella scrostate dalla salsedine. Ed in quei contrasti, in quell'imperfetta perfezione che riporta a galla ferite non rimarginate ma anche ricordi di infinita dolcezza, cullato dalla brezza che profuma di limoni, capperi e ginestre o dal brontolio familiare della vecchia Diane gialla della madre, Andrea troverà il suo equilibrio.

 

Lorenzo Marone anche stavolta è una piacevolissima scoperta che è, al contempo, una vera e propria conferma di quanto sia uno degli autori rivelazione della letteratura italiana e partenopea in particolare degli ultimi decenni. Anche se è il suo riconoscibile marchio di fabbrica, l’autore napoletano è decisamente riuscito, come mai prima d’ora, a toccare le corde più profonde del nostro cuore, regalandoci tanti sorrisi e risate quanti lacrimosi e dolce-amari spunti di riflessione nei quali ci si ritrova a dover fare i conti con temi estremamente ed inevitabilmente seri - che sono degli schiaffi all’anima che risvegliano improvvisamente dall’ironicamente onirica atmosfera – uno su tutti il classicissimo rapporto tra un padre assente e rigido ed un figlio ribelle, logorato dalla rabbia per i melanconici ricordi e le vecchie ferite mai rimarginate.

 

L’opera ironica, discreta, elegante, raffinata ed accattivante di Lorenzo Marone è un vero piacere per il lettore che senz’indugio s’immerge nel profondo blu di questo malinconico e melanconico racconto dal sapore quasi “Troisiano”. L’ineffabile penna di Marone tratteggia meravigliosamente questo profondo mare di Procida – così sapientemente e vividamente descritta, tanto da poterne sentire e vivere tutti i luoghi, tutti i melodiosi suoni e gli intensi profumi – che bagna inevitabilmente di sale la logorante ferita che accompagna il cammino di Andrea Scotto – e del lettore – in questo struggente, esilarante ed emozionante perdersi lungo il viale dei ricordi d’infanzia.

Buona Lettura.

Tutto sarà Perfetto lorenzo marone Copertina