fbpx

Dalì a Capri: l’eleganza del Surrealismo

Scritto da Francesca Ciampa Il . Inserito in Mostre

dali a capri

L’ isola di Capri accoglierà una nuova entusiasmante mostra fino al prossimo 15 settembre presso Hotel La Residenza di Capri. L’evento si basa sulla volontà di ospitare le opere del grande Salvator Dalì nella splendida location sita nell’isola azzurra.

Il progetto è a cura di Beniamino Levi in collaborazione con il Patrocinio dei Comuni di Capri e Anacapri. Inoltre, il Direttore Artistico Roberto Pantè sarà presente al fine di illustrare agli ospiti “l’eleganza del surrealismo” che ha caratterizzato il maestro spagnolo per la sua intera produzione artistica.

La mostra è stata realizzata proprio dalla società diretta da Beniamino Levi, la quale nominata “Dalì Universe” si basa esclusivamente sulla gestione espositive delle opere di Salvator Dalì. La sede principale di questa società ha sede a Parigi e gestisce una delle più grandi collezioni private di opere del maestro catalano. La società ha già promosso più di altre cento mostre in straordinarie ed esclusive location accogliendo un totale di circa dodici milioni di visitatori.

L’evento è stato coadiuvato in collaborazione con l’Istituto di Cultura Meridionale, al cui vertice c’è l’avvocato Gennaro Famiglietti secondo cui la scelta ricade proprio su questo artista per il suo innegabile talento. Dalì rappresenta un’icona oltre che un’artista in quanto personaggio eclettico di un mondo stravagante. Durante la sua carriera ha prodotto raffinati gioielli, arredamenti, ori e vetri, tutti oggetti caratterizzati dal gusto eccentrico di un esteta caleidoscopico.

L’esposizione è svolta all’interno delle sale dell’Hotel La Residenza accogliendo circa 100 realizzazioni di Salvator Dalì: sculture, dipinti e monili caratterizzeranno il fulcro artistico. Diversamente altre opere saranno disseminate nei luoghi identitari più significativi dell’isola di Capri come piazza La Torre ad Anacapri, il Porto Turistico e il terrazzo dell’Hotel La Palma.

La volontà di sviluppare un evento del genere proprio nell’isola italiana del glamour nasce dall’affinità viva e fervida tra Capri e la Catalogna: i giochi di colore, le percezioni visive e la tipologia dei paesaggi, gli aromi e i venti caldi, la produzione artistica e il soggiorno di grandi autori.

Le opere selezionate sono state scelte in base alla coerenza delle stesse con il design locali ed i colori autoctoni, con lo scopo di fare dell’evento stesso un’opera d’arte. Dopotutto l’evento tratta di un’artista che ha fatto del simbolismo e del valore metaforico la sua più grande accezione.