fbpx

Energy Med, Smart City Med & USEACT: l’innovazione sbarca a Napoli

Scritto da Roberto Calise Il . Inserito in Funiculì, funicolà

2014.03.27 - Smart City Med

E’ giunta ormai alla settima edizione Energy Med, la mostra convegno sulle fonti rinnovabili e l’efficienza energetica nel Mediterraneo, organizzata dall’ANEA (Agenzia Napoletana Energia e Ambiente) con la collaborazione di Regione, Provincia e Comune di Napoli, e che vede il supporto di importanti attori istituzionali nazionali, quali ENEL, il Ministero dello Sviluppo Economico e il Ministero dell’Ambiente.

Come ogni anno, per tre giorni (da giovedì 27 a sabato 29 marzo) Napoli diverrà la Capitale Mediterranea dell’innovazione tecnologica in campo ambientale. Moltissimi gli argomenti trattati, divisi principalmente in tre settori tematici principali: efficienza energetica, mobilità sostenibile, e riciclo. Per il primo campo, da notare come la fiera ospiterà uno spazio dedicato alla Cogeneration, la tecnologia che prevede la combustione del biogas per la produzione combinata di energia elettrica e termica. Per la mobilità sostenibile, si segnala la presenza, fra i numerosi stand, anche di quello dell’ANM – Azienda Napoletana Mobilità (maggiori info QUI). Infine, per i temi legati al riciclo, Energy Med sarà anche la casa del Primo Salone del Packaging Sostenibile promosso da 100% Campania, rete d’imprese per la recycling society in collaborazione con COMIECO, il Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica.

Se Energy Med ha una formula ormai consolidata, è invece tutto da scoprire Smart City Med, il forum promosso da ANCI Campania e Forum PA, in cui verranno illustrate le nuove misure di finanziamento dell’Unione Europea per le energie rinnovabili e l’efficienza energetica. Attenzione particolare verrà dedicata, come facilmente si intuisce, al tema delle cosiddette Smart City, il cui sviluppo è al centro del prossimo ciclo di programmazione dei fondi europei 2014-2020. Infatti, dalla nuova programmazione affluiranno alle città italiane circa 5 miliardi di euro, grazie soprattutto al nuovo PON (Programma Operativo Nazionale) dedicato alle aree metropolitane. Da questa sfida, che è necessario cogliere al meglio, onde evitare i deludenti risultati delle passate programmazioni dei fondi europei, nasce l’idea di realizzare un’occasione di scambio e di confronto per le città del Mediterraneo, per gli amministratori locali e nazionali, per gli operatori del mondo della ricerca e per tutti gli addetti ai lavori.

Energy Med e Smart City Med saranno anche delle utili opportunità per mettere in mostra il meglio che Napoli e la Campania sono in grado di offrire. Infatti, in pochi sanno che Napoli è capofila del progetto europeo USEACT, il cui obiettivo è puntare ad una pianificazione urbana in grado di sviluppare nuove opportunità insediative di migliore qualità, riducendo al contempo il consumo di suolo e quello energetico grazie all'uso estensivo di tecnologie edilizie innovative a basso consumo. USEACT è uno dei numerosi progetti promossi dal programma di cooperazione territoriale europea (C.T.E.) URBACT, programma di scambio di best practices e di know-how nell’ambito delle politiche di sviluppo urbano fra varie città europee. Con la guida del progetto USEACT, Napoli coordina una rete di ben nove città/aree metropolitane d’Europa, quali la città di Barakaldo (Spagna), Dublino (Irlanda), Nitra (Repubblica Slovacca), Trieste (Italia), Viladecans (Spagna), la Regione di Riga (Lettonia), la contea di Ostfold (Norvegia), l'area metropolitana di Buchinghamshire (Inghilterra) e l'Area Metropolitana di Baia Mare (Romania). Il progetto USEACT, diretto dall’arch. Gaetano Mollura della Direzione Centrale per la Pianificazione e la Gestione del Territorio del Comune di Napoli, verrà illustrato venerdì 28 marzo dalle ore 14:30 alle ore 18:00 durante il workshop “Investire nella città esistente: opportunità e criticità nell’utilizzo dei ruderi”. Insieme all’arch. Mollura, si confronteranno anche l’assessore alle Politiche Urbane del Comune di Napoli Carmine Piscopo, il project officer del programma URBACT Raffaele Barbato, ed altri esponenti del mondo accademico e istituzionale. Il programma dettagliato degli interventi è disponibile alla pagina internet dedicata sul sito ufficiale del Comune.

Per una panoramica sulle tante tematiche di Smart City Med, si riporta di seguito il programma in forma sintetica, disponibile con maggiori dettagli sul sito internet ufficiale dell’evento.

 

Giovedì 27 marzo 2014

Ore 09:30-13:30  Le opportunità della nuova programmazione dei Fondi Europei 2014-2020

Ore 10:30-13:00  La piattaforma dei progetti delle Smart City italiane

Ore 11:00-13:00  Investimenti innovativi nei siti di interesse nazionale

Ore 14:30-17:00  Smart City del Mediterraneo e Agenda Digitale

Ore 14:30-17:00  Dai progetti alla realtà: il PONREC con il bando Smart Cities e le tecnologie innovative per scommettere sulle città del Sud

 

Venerdì 28 marzo 2014

Ore 10:00-13:00  Ambiente, cultura e turismo per una via italiana alle Smart City

Ore 10:00-13:00  Patrimonio pubblico e rigenerazione urbana

Ore 14:30-17:00  Strumenti e modelli organizzativi per l’open government. Partecipazione, collaborazione e trasparenza

Ore 14:30-17:00  Smart economy: sviluppo del territorio e nuova occupazione

Ore 14:30-18:00  Investire nella città esistente: opportunità e criticità nell’utilizzo dei ruderi (workshop organizzato dal Comune di Napoli nell’ambito del progetto USEACT, promosso dal programma europeo URBACT – maggiori informazioni QUI)

 

Sabato 28 marzo 2014

Ore 09:30-13:00  Smarter enterprise in smarter cities

 

Per maggiori informazioni: