fbpx

Natale e Capodanno col PD all'attacco!

Scritto da Francesca Scarpato Il . Inserito in Il Palazzo

L’aveva promesso e lo ha attuato! Il segretario del Partito Democratico, Pierluigi Bersani, aveva più volte affermato di “non avere paura di far scegliere agli elettori i loro candidati” e sembra che, quest’oggi, il si definitivo venga dalla decisione presa nell'incontro con i Segretari regionali.
E quindi: PRIMARIE PER TUTTI.
E quando dico “tutti” intendo veramente “tutti”, perché pare proprio che la platea sia aperta anche ai non iscritti su tutti i territori, sebbene i dettagli del regolamento e del percorso da seguire verranno fissati solo lunedì prossimo in Direzione Nazionale.
C’erano e ci sono, tutt’oggi, molte remore e molte ragioni per non farle. Pensate alle date pre-annunciate 29 e 30 dicembre: praticamente tra un regalo e un panettone! Per non parlare poi di tutta la macchina organizzativa che in meno di 20 giorni dovrà cercare di riorganizzarsi dal meritato riposo, presosi dopo le primarie per il candidato premier.
Ma a questo punto “siamo in pista per ballare e balliamo” e quindi perché non provarci fino in fondo?
Nella nostra realtà territoriale, molti comuni andranno anch’essi presto al voto: Vedi Portici, Giugliano, Quarto etc. E allora che ben venga questo bagno di autentica Democrazia ad ogni livello.
E’ stato definito come un modo per correggere le storture dettate da quella “porcata” di sistema elettorale oggi in vigore quale è il PORCELLUM ma in realtà è questo e molto di più: Se le regole lo permetteranno questa sarà la prima vera e concreta occasione per i giovani, per le donne o per chiunque abbia in animo il bene del Paese e l’amore per la politica, di rivoluzionare vecchi schemi e farraginose logiche con l’istituzione di una nuova classe dirigente, diretta espressione dell’elettorato.
Diciamo BASTA ad un Parlamento (e non solo) di “nominati”, distanti dalle reali esigenze dei cittadini e troppo spesso asservito alle pretese o alle esigenze di qualche notabile di partito.
Che un vento dal sapore fresco di speranza, fischi e soffi perché è arrivato il momento di andare a ridare dignità al popolo Italiano!
E mentre Grillo inizia a cacciare i primi cartellini rossi per i “ribelli” e mentre la Lega e il PDL osservano impotenti il ritorno del cavaliere, vi lascio con un interrogativo: I PARTITI SONO DAVVERO TUTTI UGUALI?