Il Palazzo

Dai palazzi del potere di Napoli a quelli di Roma.

Le più delicate questioni istituzionali esaminate da specialisti del settore.

"La Gloriette", De Magistris e l'opposizione a se stesso

Scritto da Mauro Malafronte e Riccardo Buonanno Il . Inserito in Il Palazzo

de magistris la gloriette

“La Gloriette” fa discutere, non solo per la recente visita dei reali di Inghilterra. La storia rispetta tutti gli archetipi di genere del made in Italy: un bene confiscato alla mafia, un bando di assegnazione di gran parte dello spazio, una cooperativa sociale che lavora sulla disabilità che vi partecipa (forte di sette anni di gestione di una porzione e di un progetto economicamente sostenibile), un finale non troppo a sorpresa. “Agende Rosse Campania”, costola regionale dell’associazione di Salvatore Borsellino, ottiene il titolo su un piano e oltre diecimila metri di terreni. Produrrà vino.

Barra, per una critica sociopolitica dell’abbandono

Scritto da Daniele Simonetti e Michele Romano Il . Inserito in Il Palazzo

san giovanni a teduccio

Qualche giorno fa, ho avuto il piacere di prendere un caffè, ebbene sì, l’ennesimo - con Michele Romano, il quale mi ha aiutato a dare vita ai Giovani Democratici di San Giovanni a Teduccio. Giornalista 26enne con due lauree in Comunicazione, egli ha fatto politica sin da ragazzino e sempre a Sinistra. Fra un sorso e l’altro, gli ho rivolto qualche domanda inerente al suo quartiere d’origine, Barra, di cui egli mi ha parlato con vivo trasporto: delusione e un pizzico di rabbia hanno inevitabilmente pervaso il suo racconto. Ecco com’è andata.

Approfondimento: eutanasia, una libertá negata

Scritto da Dionea Raucci Il . Inserito in Il Palazzo

Eutanasia

In questi giorni, in occasione del caso Fabo, si è ritornati a parlare, del problema riguardante l’eutanasia. Ma cos’è davvero questa pratica? E cosa di questa fa tanto paura discutere se non per una sera, dimenticandosi per il resto degli anni dell’accaduto, fino a quando non ne accada uno simile e magari di qualcuno “famoso”? E per quale motivo L’Italia è sempre rimasta ferma lì, nel suo immobilismo legislativo che affida alla magistratura le decisioni che si vengono a creare, incurante della necessità di una legislazione?

Caso DJ Fabo, Radicali Italiani sull'eutanasia: "Rivendichiamo la libertà di scelta come espressione di uno Stato di diritto"

Scritto da Rosa Criscuolo Il . Inserito in Il Palazzo

dj fabo

L'Italia del volta faccia di fronte alle necessità degli ultimi e dei loro diritti, si risveglia davanti al gesto umano, solidale ed encomiabile di Marco Cappato, Tesoriere dell'Associazione Luca Coscioni. Da anni DJ Fabo chiedeva al suo Stato un aiuto per l'assistenza medica alla morte volontaria. Nessuno intendeva prendersi carico del suo dolore, del rispetto della sua dignità di persona, perché di questo si tratta.

Proposte di rilancio del nuovo Partito Democratico napoletano

Scritto da Nicola Pezzullo Il . Inserito in Il Palazzo

ramada pd napoli

Sabato 11 febbraio, all’Hotel Ramada si è tenuta l’assembla metropolitana del Partito Democratico napoletano. In primo luogo, va dato atto al segretario provinciale Venanzio Carpentieri e alla presidentessa Elisabetta Gambardella di aver voluto riunire l’assemblea metropolitana e di aver permesso, nonostante non ci fosse il numero legale dei componenti dell’assemblea, una franca discussione in un momento di grave difficoltà del partito nella città partenopea.

Tutti i cittadini sono uguali, ma gli immigrati sono diversi dai cittadini

Scritto da Gabriele Crispo Il . Inserito in Il Palazzo

Donna immigrata

La nostra Costituzione (difesa con le unghie e i denti) è razzista: "Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale [...] è compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese". Si parla nel testo di cittadini non di individui: gli apolidi, i rifugiati, gli extracomunitari che tutele costituzionali hanno? L'uguaglianza che dovrebbe demolire il razzismo è essa stessa smentita dal suo baluardo costituzionale (art. 3 Cost).

Intervista a Simone D'Andrea, un giovane ex militante del PD Napoli

Scritto da Samuele Di Giorgio Il . Inserito in Il Palazzo

simone dandre

Mi sono chiesto come fosse guardare il PD dall'esterno, ma la prospettiva di chi gli è sempre stato avverso è più che nota da tempo. Per questo ho deciso di intervistare Simone D'Andrea, un giovane, un ragazzo che ha militato tra le fila dei Giovani Democratici e che ha, poi, deciso di cambiare rotta, aderendo al nuovo movimento di Civati, Possibile. Ne è nata una conversazione ricca di spunti e di critiche costruttive al più grande partito di centrosinistra italiano.

La buona politica aiuta l'economia

Scritto da Mariano D'Antonio Il . Inserito in Il Palazzo

politica buona economia

Viviamo in un'epoca di declino della politica. Sono tramontati i grandi scenari, i saldi princìpi, le ambizioni legittime che fino a trent'anni fa sollecitavano i cittadini ad impegnarsi in politica, a partecipare alla vita di un partito, a votare fedelmente un simbolo, ad assegnare nelle elezioni la preferenza a un candidato meritevole per il Parlamento, il Consiglio comunale, la Regione.

Intervista a Marco Gentili, Co-presidente dell'Associazione Luca Coscioni, sul Nomenclatore Tariffario e il nuovo Piano Sanitario Nazionale

Scritto da Angela Pascale e Fabrizio Ercolani Il . Inserito in Il Palazzo

intervista

Classe '89, da sempre impegnato con l'Associazione Luca Coscioni e consigliere Comunale di Tarquinia, con lui, sperimentiamo una cosa nuova, una collaborazione tra vari giornali, due legati a lui territorialmente, L'extra e il Corriere di Viterbo, e il terzo, Qualcosa di Napoli, poiché due anni fa fu proprio un parlamentare napoletano, Leonardo Impegno, a presentare, con la stretta collaborazione dell'Associazione Luca Coscioni e dell' avv. Filomena Gallo, un'interrogazione parlamentare sul Nomenclatore Tariffario.

La diatriba Saviano - De Magistris: l'ennesimo regalo alla camorra

Scritto da Antonio Zapelli Il . Inserito in Il Palazzo

DE MAGISTRIS SAVIANO

L’anno nuovo si è aperto con il “solito” scontro tra il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris e lo scrittore Roberto Saviano, accusato di arricchirsi sulla “pelle” dei napoletani. A Napoli "più si spara, più cresce la tua impresa. Non posso credere che il tuo successo cresca con gli spari della camorra". Così, con un durissimo post su Facebook, il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, si rivolge allo scrittore Roberto Saviano per il quale a Napoli nulla sta cambiando. 

Banner AIRC