fbpx

Il Palazzo

Dai palazzi del potere di Napoli a quelli di Roma.

Le più delicate questioni istituzionali esaminate da specialisti del settore.

Vendere tutto (o quasi) per la salvare la “Sint”: lavori in corso per il termalismo stabile

Scritto da Mauro Malafronte Il . Inserito in Il Palazzo

terme di stabia

Diciamolo subito, per evitare equivoci: la posizione assunta dal Sindaco Pannullo è di buon senso. La vendita di alcuni beni appartenenti alla Sint, la partecipata comunale stabiese, è la cosa meno dolorosa e più giusta da fare. Rispetto al passato, infatti, si è andati in una direzione più logica, seppur spiacevole: vendere tutto ciò che non risulta essere propriamente strategico per lo svolgimento delle future, possibili ed eventuali attività termali (l’Hotel delle Terme, per intenderci, è salvo).

In Europa con l'Ombrello

Scritto da Mauro Malafronte Il . Inserito in Il Palazzo

ombrello

Mi rivolgo a voi, socialdemocratici, socialisti, democratici, popolari, liberali, cattolici e moderati tutti. Qualcuno di voi è più a sinistra, qualcuno più a destra, ma la sostanza non cambia. Siamo messi male, e, stavolta, rischiamo grosso. Se il 2016 è stato l’anno delle sconfitte parziali, in giro per l’Unione, il 2017 sarà l’anno della verità.

Equitalia sconto flop

Scritto da Giuseppe Pedersoli Il . Inserito in Il Palazzo

equitalia

Chi di voi è senza debiti verso Equitalia, scagli la prima cartella. I napoletani liberi da estratti di ruolo, fosse anche per un piccolo residuo di una vecchia tassa sulla spazzatura o per un’infrazione al codice della strada, sono una razza in via di estinzione.

Difesa dei consumatori: intervista al presidente dell'ADOC Campania Giuseppe Stellano

Scritto da Samuele Di Giorgio Il . Inserito in Il Palazzo

Adoc

Salve presidente, che cos’è l’Adoc?

L’acronimo Adoc sta per Associazione per la Difesa e l’Orientamento dei Consumatori e, precisamente, si occupa di assistere il consumatore in tutte le fasi dell’esercizio dei propri diritti. In ogni regione sono presenti diverse sedi, abbiamo dunque una struttura verticale organizzata su tutto il territorio nazionale. I nostri volontari sono abilitati ad espletare le procedure di conciliazione e di arbitrato, in materia di trasporti, telecomunicazioni, energia, economia e via dicendo. L’associazione realizza numerosi propositi, trai più disparati.

Bilancio dello Stato e Referendum. Intervista a Enrico Morando.

Scritto da Riccardo Barone e Angela Pascale Il . Inserito in Il Palazzo

enrico morando

Incontriamo uno degli più stakanovisti membri del governo Renzi, Enrico Morando, Viceministro dell' Economia e delle Finanze e con una vera passione per le leggi di bilancio. Anche quella di quest'anno porterà la sua firma e il suo carico elevato di competenze. Davanti ad un tortino di mele gli poniamo qualche domanda, con la promessa che dopo il 4 Dicembre, col nuovo anno, e la nuova fase che, in ogni caso, si aprirà, avremo l'opportunità di porgliene qualcun altra.

Generazioni al referendum

Scritto da Andrea Amiranda Il . Inserito in Il Palazzo

refere

Ci siamo, il 4 dicembre è alle porte. La sfida del referendum è rivolta soprattutto a noi giovani: ci hanno detto “informatevi, leggete la Costituzione”. E non lo direste, ma l’abbiamo fatto: 47 articoli, è bastata una buona mattinata. Ci siamo confrontati tra di noi, abbiamo partecipato alle conferenze “dei grandi”. C’è voluta qualche settimana, ma alla fine in ognuno ha preso forma un’opinione più o meno solida.

Lavorare meno, lavorare tutti?

Scritto da Ernesto Paolozzi Il . Inserito in Il Palazzo

Lavorare meno lavorare tutti

E’ necessario invertire la rotta della politica economica del mondo occidentale improntata da anni sullo schema neoliberale di evitare il più possibile l’intervento del pubblico, dello Stato se si vuole, come regolatore dello sviluppo e garante dell’equità?

9 anni per Cosentino, tra mostri della politica e mostri della magistratura

Scritto da Mauro Malafronte Il . Inserito in Il Palazzo

23851 nicola cosentino

La sentenza della prima sezione del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha condannato in primo grado Nicola Cosentino, ex sottosegretario in quota Pdl, a 9 anni di carcere e all’interdizione perpetua dai pubblici uffici per “concorso esterno in associazione camorristica.” Si è, infatti, ritenuta provata la colpevolezza di Cosentino fino all’8 dicembre del 2005. Secondo il pm Alessandro Milita, che durante la requisitoria aveva chiesto 16 anni di carcere per il politico casertano, le condotte para camorristiche di Cosentino sarebbero da incardinarsi già agli inizi degli anni ’80, per arrivare fino al 2014 : oltre un trentennio di politica e camorra, dunque.

Intervista a Gisberto Rondinella, napoletano e militante PD

Scritto da Angela Pascale Il . Inserito in Il Palazzo

WhatsApp Image 2016 11 10 at 17.48.50

Gisberto Rondinella, Laureando in Scienze Politiche e Residente a? Dove abiti e cosa pensi del tuo quartiere?

Residente a Napoli, nella zona di mezzo: né alta né periferica, vicino piazza Carlo III. Il nostro è un quartiere ricco di energia potenziale inespressa. Pieno di piazze, ma vuote; ricco di cultura, ma incolta. Vuoi che ti citi tutti i cimiteri storici tra Poggioreale e Vicaria o il centro antico patrimonio UNESCO? Insomma, per restare in ambito fisico, l’energia c’è, il problema è che resti potenziale e non si trasformi in cinetica.

Degrado referendario

Scritto da Nello De Crescenzo Il . Inserito in Il Palazzo

si o no

Il grado di civiltà di uno Stato si può evincere da svariati fattori: il modo in cui vengono trattati gli animali, i sistemi di detenzione coattiva, il modo in cui si cucina la pasta, le modalità e i toni del dibattito politico. Volendo analizzare quest’ultimo, il quadro generale della dialettica politica italiana e del confronto civico è a dir poco infausto, se non degradante.

Peppe Morra protagonista

Scritto da Evelina Parente Il . Inserito in Il Palazzo

morra

Siamo a Casa Morra, nel neo inaugurato Palazzo Ayerbo D’Aragona Cassano, nel rione di Materdei, in compagnia del noto gallerista napoletano Peppe Morra, presente da protagonista sulla scena dell’arte cittadina da quasi cinquant’anni.