fbpx

Il Palazzo

Dai palazzi del potere di Napoli a quelli di Roma.

Le più delicate questioni istituzionali esaminate da specialisti del settore.

Ddl Concorrenza: misure per le professioni e in campo immobiliare

Scritto da Lorenzo Riccio Il . Inserito in Il Palazzo

Copia di ddl concorrenza

Dopo l'ultimo via libera delle commissioni “Finanza” e “Attività Produttive” della Camera dei Deputati, arrivato la scorsa settimana a conclusione dell'esame delle proposte emendative, il 21 settembre è approdato in aula a Montecitorio il disegno di legge per la concorrenza. Il primo dei testi annuali che dovrebbero puntare – secondo quanto previsto dalla legge 99/2009 e in base alle specifiche indicazioni dell'Agcom – a rimuovere i diversi ostacoli e freni, normativi e non, ancora presenti nei mercati dei prodotti e dei servizi. Il Ddl contiene, tra le altre, misure per le banche e le professioni, e produrrà riflessi anche in campo immobiliare.

Cos’è il PD?

Scritto da Riccardo Barone Il . Inserito in Il Palazzo

pd

Sarà stato il caldo, o forse la lontananza dall’Italia, di fatti quest’estate, mentre ero in meditazione ascetica, direbbe qualcuno, mi sono chiesto “cos’è il PD?”, questa domanda per me avrebbe un risposta semplice (“un partito aperto e riformista a vocazione maggioritaria”) ma sempre più spesso vedo, a Roma e nei territori, che la costruzione del PD non solo è incompleta, è stata proprio interrotta.

Le primarie dei furbi e le primarie dei fessi

Scritto da Mauro Malafronte Il . Inserito in Il Palazzo

primarie pd

Archiviate le regionali, in attesa di interpretazioni più o meno argute della legge Severino, il tema vero all’interno del Pd, e non solo, dovrebbe spostarsi sulle primarie: ingestibilità acuta e permanente, la diagnosi. Il caso ligure? Si, ma non solo. Se il buon senso è andato in prescrizione diverse legislature or sono, il macabro tentativo di indire primarie anche per l’elezione degli amministratori di condominio rischia di rappresentare il più clamoroso degli autogol per la classe politica rottamatrice.

"Metterci la faccia"?

Scritto da Bruno Discepolo Il . Inserito in Il Palazzo

Bagnoli

Perché tarda ad arrivare la nomina, da parte del Governo, a Commissario straordinario per Bagnoli (e con essa quella, per la verità molto più rilevante per i poteri assegnati, di “soggetto attuatore”)? Limitandomi ad osservare i fatti, e commentarli per quello che raccontano, direi, per la semplice ragione che il Presidente del Consiglio, conoscitore approssimativo della complessità e dei risvolti legati alla vicenda dell’area occidentale di Napoli, ha ritenuto di poter annunciare una sua discesa in campo, presumibilmente risolutiva di ogni precedente lentezza e incapacità dei soggetti a vario titolo coinvolti, anche per mezzo di strumenti e procedure straordinarie.

Il 730 precompilato è un boomerang

Scritto da Giuseppe Pedersoli Il . Inserito in Il Palazzo

730

L’annunciata rivoluzione fiscale di Matteo Renzi rischia di diventare un boomerang. Circolano e-mail: firmateci una delega, consegnateci una fotocopia del vostro documento di identità e provvederemo a chiedere per voi il “pin” di accesso al sito dell’agenzia delle entrate per il 730 precompilato.

Un ruolo per Bagnoli

Scritto da Giuseppe Balzamo Il . Inserito in Il Palazzo

bagnoli

Ogni volta che i riflettori dell'opinione pubblica si accendono sull'area occidentale di Napoli e, in particolare, su Bagnoli la temperatura politica diventa incandescente. Questo perché ancora oggi quella parte della città rappresenta una delle più grandi occasioni perse o, per meglio dire, messe in una lunga e frustrante attesa. Attesa che potrebbe conoscere una fine, trasformandosi in un piano d'intervento deciso ed integrato che conferisca il ruolo di primo piano che spetta a quell'area.

Indagine sull’antimafia: da professionisti a dilettanti

Scritto da Mauro Malafronte Il . Inserito in Il Palazzo

antimafia

Se ne sono accorti, pare. “L’antimafia mafiosa” è storia antica, sbraitano i mille azzeccagarbugli travestiti da avvocati, giornalai, politicanti. Ed allora si parte da Caltanissetta, dove la Presidente della Commissione Antimafia Rosy Bindi ha annunciato “un’indagine sul movimento antimafia, con grande serenità e con intenti non polizieschi, ma politici.” Tutti d’accordo, standing ovation.

Delirio post mortem

Scritto da Mauro Malafronte Il . Inserito in Il Palazzo

pm federico bisceglia morte ombre

 

Dopo la morte del Pm Federico Bisceglia, la procura di Castrovillari, in provincia di Cosenza, ha disposto l’autopsia per accertate le dinamiche dell’incidente. La Lancia K, infatti, è andata a schiantarsi, dopo svariati testacoda, lungo le barriere laterali in un tratto di autostrada rettilineo. Il valente magistrato si stava occupando di diverse inchieste scottanti, legate alla morte di Fortuna (la bambina di 7 anni deceduta al Parco Verde di Caivano) e al traffico di rifiuti nella Terra dei Fuochi.

La Campania, il Paese e la Finmeccanica

Scritto da Salvatore Salzano Il . Inserito in Il Palazzo

Regione Campania sede

Che impatto ha il gruppo Finmeccanica nel nostro paese? E in particolare qual è il ruolo strategico in Campania ?
Ecco alcune domande che mi pongo da quando mi occupo di sviluppo e attività produttive per la federazione del PD metropolitano di Napoli.

Rifiuti e compostaggio, serve strategia

Scritto da Francesca Scarpato Il . Inserito in Il Palazzo

Rifiuti-a-Napoli-

A quanto pare sui nostri quotidiani, da un po' di giorni il dubbio amletico: termavalorizzatore o non termovalorizzatore; sembra aver lasciato il posto ad un nuovo dilemma: impianto di compostaggio si, impianto di compostaggio no. E tutto questo a seguito delle ultime dichiarazioni del sindaco di Napoli che questa volta sembra intenzionato a costruirne uno a Scampia.

Un passo avanti

Scritto da Leonardo Impegno Il . Inserito in Il Palazzo

mattarella svolta

L'elezione di Sergio Mattarella può essere considerato un punto di vera ripartenza per l'azione di governo, per il Paese e per il Mezzogiorno. Un punto di svolta che delinea all’orizzonte un esecutivo di legislatura e che lascia intravedere concreti spazi di manovra per un’azione riformatrice che recuperi i ritardi accumulati dal Paese e dia una nuova credibilità alla classe politica.

La Regione Campania abbandona il Trianon

Scritto da Giuseppe Cozzolino Il . Inserito in Il Palazzo

Teatro-Viviani

Con la deliberazione 774 nell’ultima riunione di giunta di dicembre, il presidente Stefano Caldoro e l’assessore alla Promozione culturale Caterina Miraglia si disfano silenziosamente del teatro (pubblico) Trianon, inserendolo nell’elenco delle partecipazioni considerate «non detenibili», a pochi mesi dalle elezioni regionali.