fbpx

Il Palazzo

Dai palazzi del potere di Napoli a quelli di Roma.

Le più delicate questioni istituzionali esaminate da specialisti del settore.

Elezioni politiche 2018. Autobiografia della nazione

Scritto da Massimo Calise Il . Inserito in Il Palazzo

mappa

I risultati elettorali sono ormai definitivi e noti. Possono essere così riassunti: affermazione del centrodestra (sempre più destra e meno centro), cocente sconfitta di tutte le formazioni di centro sinistra (sempre meno di sinistra), vittoria del Movimento 5 Stelle che si dichiara né di destra né di sinistra. In Parlamento ci sarà una maggioranza di euroscettici e nessuno avrà la maggioranza necessaria per governare. Ciò anche a causa di una sciagurata legge elettorale.

Intervista a Nicola Marrazzo

Scritto da Antonio Zapelli Il . Inserito in Il Palazzo

NICOLA MARRAZZO1

Questa settimana abbiamo avuto la possibilità di avere un colloquio con il candidato del PD all’uninominale del collegio di Casoria. Attraverso le sue parole è possibile cogliere il filo conduttore del suo impegno elettorale che ha alle spalle l’esperienza in Regione e soprattutto l’amore viscerale per la sua terra d’origine, una simbiosi che è stata la ragione - ed allo stesso tempo l’obiettivo – della sua candidatura al Parlamento.

Le elezioni e il “vuoto” di Politica da colmare

Scritto da Osvaldo Cammarota Il . Inserito in Il Palazzo

elezioni 4 marzo

A pochi giorni dal voto la priorità è contrastare la destra demagogica e la vacuità del M5S. Il prevalere di queste forze può oggettivamente compromettere i delicati equilibri della finanza pubblica, può risvegliare l’aggressività dei mercati finanziari, con conseguenze imprevedibili sulla spesa sociale. Non è uno “spauracchio”, è un rischio concreto.

La Cassazione: il soggetto che finisce in televisione va risarcito in caso di lesione della privacy

Scritto da Andrea Amiranda Il . Inserito in Il Palazzo

tv cassazione

Al giorno d’oggi sono sempre più le inchieste che, esulando dagli uffici della Procura, vengono date in pasto ai media attraverso programmi televisivi come Striscia la Notizia o Le iene. Anche in questo caso, tuttavia, bisogna rispettare diritti personalissimi quali la tutela del proprio nome. Lo ha chiarito la Cassazione con l’ordinanza n. 3426/2018.

Elezioni in vista: una manna scende dal cielo per l'economia locale?

Scritto da Mariano D'Antonio Il . Inserito in Il Palazzo

elezioni

Non c'è tonico migliore delle elezioni politiche per rianimare l'economia di una regione povera come la Campania. In vista della prova elettorale, infatti, le istituzioni si danno da fare per pompare ossigeno a famiglie e imprese, soprattutto a disoccupati e povera gente ma pure a giovani che cercano un lavoro e che quando lo trovano o se l'inventano guadagnano pochi soldi e per pochi mesi all'anno.

Le 100 donne francesi che volevano difendere la libertà di rimorchiare

Scritto da Francesca Ciaramella Il . Inserito in Il Palazzo

CIARAMELLA1

«Lo stupro è un crimine. Ma il provarci, insistente o maldestro, non è un delitto, né la galanteria un’aggressione maschilista.»1 A meno di due mesi dall’inizio della guerra a tutti i Weinstein reali e plausibili una nuova sferzata colpisce violentemente ogni canale mediatico, mise en place2 di 100 donne, le artiste che hanno osato denunciare l’imponente dilagare nella società moderna della misandria: l’odio contro gli uomini.

Intervista a Marco Cappato: dopo Biotestamento ora Eutanasia Legale

Scritto da Angela Pascale e Riccardo Barone Il . Inserito in Il Palazzo

marco cappato associazione luca coscioni

“Sono finalmente arrivato in Svizzera e ci sono arrivato, purtroppo, con le mie forze e non con l’aiuto del mio Stato. Volevo ringraziare una persona che ha potuto sollevarmi da questo inferno di dolore, di dolore, di dolore. Questa persona si chiama Marco Cappato e lo ringrazierò fino alla morte. Grazie Marco. Grazie mille”

Aniello Borrelli: ottantotto anni vissuti intensamente (Seconda parte, il dopoguerra)

Scritto da Evelina Parente Il . Inserito in Il Palazzo

TYP 436827 4453755 01napolitanos

Avevate ancora speranza che ci potesse essere una rivoluzione in Italia e in occidente in generale, in quegli anni?
Allora quelli che si sentivano veramente comunisti, se avevano l’occasione, quanto meno si procuravano la pistola (o’ fierro). A Napoli fare politica come comunisti era difficile. Ci voleva un coraggio enorme.

Esperanza di PD. La comunità è una assenza

Scritto da Osvaldo Cammarota Il . Inserito in Il Palazzo

mcmurtry

Definire il PD una “comunità” è un abuso del termine. La comunità è un bisogno sociale antico e moderno. Sarebbe interessante trattarla come assenza. Se, infatti, ci chiedessimo cosa manca per “fare comunità”, sapremmo subito che cosa deve costituire il PD per essere credibile nella più ampia e complessa società che esso stesso aspira a governare.