Port'Alba

Dal nome dello storico mercato dei libri cittadino, uno sguardo sul teatro, la musica, la letteratura e tutto ciò che è cultura, rigorosamente "made in Napoli"

Le origini delle carte da gioco napoletane

Scritto da Lidia Crimaldi Il . Inserito in Port'Alba

carte napoletane

Mazzi mescolati: tornei di briscola tra vecchietti, partite estive fra amici, scopa, tressette, asso pigliatutto davanti al camino a Natale. Dopo averle maneggiate per tutta la vita, vi siete mai chiesti quale sia l’origine delle carte napoletane, le più famose al mondo?

Sullo sfondo classico dell’Annunziata: un pezzo di equatore

Scritto da Francesca Ciaramella Il . Inserito in Port'Alba

ciaramellacopertina

Da circa un anno nell’imponente complesso architettonico della Real Casa dell’Annunziata e nell’omonimo ospedale adiacente, spira una fresca brezza di rinnovamento; il nouveau cours con Forcella e i suoi fatiscenti vicoli a far da sfondo all’azione di un’associazione artistica, Manallart, e di una onlus con forti connotazioni umanistiche, Semi di laboratorio; galeotto poi, il comune desiderio di fare e diffondere cultura a Napoli.

Gli atenei partenopei agli ultimi posti della classifica Censis. Cosa c'è che non va?

Scritto da Andrea Amiranda Il . Inserito in Port'Alba

uni

Arriva anche quest’anno, con “spietata” puntualità, la classifica delle università italiane operata dal Censis. E indovinate un po’? Proprio come lo scorso anno, Napoli figura all’ultimo posto in tutte le categorie possibili. Per questo motivo, con i dati MIUR alla mano, proviamo di analizzare la situazione generale degli atenei partenopei.

Campania Segreta: Torchiara

Scritto da Luca Murolo Il . Inserito in Port'Alba

pollena e torchiara 045 da inserire

Perla del Cilento, Torchiara si estende per una superficie di circa kmq. 10 sulle colline che dominano Agropoli.
Sull’ origine del suo nome, ci sono diverse scuole di pensiero. Turcularius, dal latino, Torchio,oppure Turribus Clara, sempre latino, che vuol dire “ Illustre tra le torri“.

FierIDA: strana idea di inclusione sociale o farsa istituzionale?

Scritto da Francesca Ciaramella Il . Inserito in Port'Alba

CIARAMELLA

Città della Scienza, 29-31 maggio. FierIDA riunisce istituzioni politiche nazionali e regionali, chiama in causa gli insegnanti, riapre a Napoli il dibattito sulla scuola. Ma cos’è FierIDA almeno nominalmente? E cosa si è rivelata agli occhi delle varie personalità intervenute? Durante questi tre giorni qualcuno l’ha definita bonariamente “prima vetrina dell’istruzione per adulti”; direi che solo l’accezione commerciale di questa specifica definizione restituisce il giusto riscontro nella realtà.

Ravello Festival 2017, La Costiera Amalfitana in gran spolvero per Philip Glass e Wayne Shorter

Scritto da Francesco Verdosci Il . Inserito in Port'Alba

nitti ravello

Parte subito alla grande il Ravello Festival – giunto ormai alla 65esima edizione che debutterà il prossimo 1 luglio – con la conferenza stampa “La Campania ama il contemporaneo”, organizzata alla Bit di Milano da Scabec, nella quale si è illustrata quest’innovativa edizione della querelle artistica, la più organica, la più classica ed al contempo la più avanguardistica proposta culturale della Regione Campania.

Premio Nitti: per una pedagogia civile

Scritto da Mariano Paolozzi Il . Inserito in Port'Alba

nitti

L’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli e l’Associazione Scuola & Vita hanno indetto la seconda edizione del Premio internazionale Francesco Saverio Nitti per il Mediterraneo di Acquafredda-Maratea, confermando ed ampliando con significative nuove adesioni (in primis, l’Università della Basilicata ed il Parco nazionale del Cilento) il prestigioso partenariato con Istituzioni, Università del Sud Europa (Spagna, Grecia, Portogallo, Istituzioni, Società scientifiche, Associazioni già costituitosi per la prima edizione).

Napoli, città celeste dalla costellazione di cupole

Scritto da Francesca Ciampa Il . Inserito in Port'Alba

cupole celesti napoli

Il tessuto urbano della città di Napoli, all’epoca della Controriforma, venne plasmato attraverso le costruzioni degli ordini religiosi più attivi sul territorio, quali i Gesuiti, gli Oratoriali e i Teatini. I dettami del Concilio di Trento determinarono perlopiù la distruzione delle architetture di età pregotica e l’adeguamento dei vecchi complessi conventuali.

Festival MANN: Muse al Museo

Scritto da Lorenzo Riccio Il . Inserito in Port'Alba

mann muse museo napoli archeologico musica

Al Mann il Museo Archeologico Nazionale di Napoli si è tenuto un grande festival internazionale che ha presentato per sette giorni molti eventi tra letteratura, musica, teatro, danza, scienza, arte, cinema, fumetti e tanto altro. Molti gli ospiti importanti del mondo dello spettacolo e della musica, per una settimana completamente sold out.

Alla libreria Raffaello presentato il comitato “Liber@Arte”: gli editori Rogiosi, Guida e Alessandro Polidoro insieme per far tornare a Napoli il Salone del Libro

Scritto da Eleonora Esposito Il . Inserito in Port'Alba

Presentazione comitato Liberarte

Si è tenuta il 12 aprile presso la libreria Raffaello di Via Kerbaker a Napoli, la presentazione del Comitato Liber@Arte, ossia l’unione di tre editori napoletani, Rogiosi, Guida e Alessandro Polidoro, che hanno deciso di unire forze e intenti con due obiettivi ben precisi: in primis, sensibilizzare Napoli e la Campania e i suoi giovani lettori alla lettura appunto, in una regione e un Mezzogiorno dove si legge davvero poco.

Srilankesi e Napoletani, in letteratura.

Scritto da Alessio Arena Il . Inserito in Port'Alba

letteratura tamil

Non credo che Napoli impiegherà secoli a includere e accettare la comunità srilankese, divisa a sua volta in Tamil e Cingalese, come parte integrale del proprio territorio. Anche perché il processo è già cominciato da qualche anno ed è irreversibile. Napoli, nei secoli, non si è mai posta il problema dell’accettazione del diverso, della tolleranza. Il carattere azzardato e terribilmente spontaneo di questa città la porta a fagocitare tutto ciò che vi passa, così le storie, le lingue, le culture.

Napoli, la piazza commericiale del re Federico II

Scritto da Francesca Ciampa Il . Inserito in Port'Alba

napoli commercio federicoII medioevo

La grande espansione commerciale avvenuta a partire dal 1197 fu strettamente legata alla nascita del piccolo Federico Ruggero, noto ai posteri con il nome di Federico II. Alla morte dell’imperatore Enrico IV fu designato come erede Federico, il quale essendo ancora troppo piccolo sarebbe stato sotto la reggenza della madre Costanza e del Papa Innocenzo III ma tale designazione determinò un periodo di anarchia che travolse il Paese ormai in balia delle forze tedesche che rivendicavano il proprio diritto di potestà sul regnante.

Banner AIRC

Iscriviti alla nostra NewsLetter e risparmia subito 5€ sul prossimo acquisto