Port'Alba

Dal nome dello storico mercato dei libri cittadino, uno sguardo sul teatro, la musica, la letteratura e tutto ciò che è cultura, rigorosamente "made in Napoli"

SUNSET LIVE@NITCH

Scritto da Lorenzo Riccio Il . Inserito in Port'Alba

SUNSET LIVE@NITCH

Giunge al secondo appuntamento il Sunset Live at Nitsch, la rassegna di musica al tramonto al Museo Nitsch, Domenica 10 luglio alle ore 19, presenta il concerto swing del quartetto The SpeakEasy presso l’incantevole terrazza del Museo Nitsch.

UN OSPITE ILLUSTRE AL PALAZZO ZEVALLOS STIGLIANO

Scritto da Lorenzo Riccio Il . Inserito in Port'Alba

50187-arlequin-au-miroir

Alle Gallerie di Palazzo Zevallos Stigliano, sede museale e culturale di Intesa Sanpaolo a Napoli, è stato svelato alla presenza di Michele Coppola, Responsabile Attività culturali di Intesa Sanpaolo e di Paloma Alarcó, Curatore responsabile di pittura moderna del Museo Thyssen-Bornemisza, Arlecchino con specchio (Arlequin au miroir), capolavoro di Picasso presente nelle collezioni del museo madrileno, che sarà esposto nella sede partenopea delle Gallerie d’Italia dal 18 giugno all’11 settembre 2016.

MADE IN CLOISTER: LAURIE ANDERSON PER LA RIAPERTURA DEL CHIOSTRO DI SANTA CATERINA A FORMIELLO

Scritto da Lorenzo Riccio Il . Inserito in Port'Alba

testata made

Dal 28 maggio al 30 settembre 2016 saranno in esposizione, nei bellissimi spazi oramai rinnovati del Chiostro di S. Caterina a Formiello a Porta Capuana, oltre 30 opere dell’artista in una mostra dal titolo “The Withness of the Body” inclusa nella programmazione della XXI Triennale del Design di Milano. Nei locali del chiostro anche le sue ultime opere dell’artista tra le quali “Night Life” e l’“Habeas Corpus” presentato all’Armory di New York nel 2015.

'A BELLE ÉPOQUE - RINASCITA DEL SALOTTO ARTISTICO

Scritto da Lorenzo Riccio Il . Inserito in Port'Alba

toledo belle epoque
Dopo la fortunata avventura di Art Gallery& Salotto Letterario, nuovo centro culturale nato per dare un appoggio a tutti gli artisti emergenti della scena napoletana e di cui la redazione di Qdn ha parlato già diffusamente (per gli interessati qui e qui), l’eclettico Emanuele Gianpaolo ci riprova.

Gegh il topo e la fortuna di Sol Levante (Parte 4)

Scritto da Alessandra Mugnolo Il . Inserito in Port'Alba

favole per bambini castagne bellezza montagna natura 1

[…]Ma la notte era ancora fonda e Gegh aveva un viaggio da portare a destinazione così salutò il suo amico Andreas e si allontanò fra le rocce barcollando a causa di una gran mal di testa— Sarà stato tutto questo “sottosopra” — si convinse, e si incamminò verso i campi di grano della Terra dei Filigrana. Fu a Filigrana che Gegh vide Anastasia Lefràve intrecciare fili d’oro.

Gegh il topo e la fortuna di Sol Levante (Parte 3)

Scritto da Alessandra Mugnolo Il . Inserito in Port'Alba

favole per bambini castagne bellezza montagna natura 1

[…]Plaza della Discordia alle settordici del dì, molto prima dell’orario stabilito, era già animata dallo scalciare degli abitanti di Sottosopra che apparivano trepidanti, in equilibrio sulle mani e con i piedi in alto verso i pomodori in totale libertà, dinnanzi al palco su cui si sarebbe svolta la gara tra Andreas e Victor Il Massiccio.

Archivio storico banco di Napoli: il conto in banca della Napoli dell'era moderna

Scritto da Lorenzo Riccio Il . Inserito in Port'Alba

archivio

Al via le visite serali all’Archivio Storico del Banco di Napoli in occasione del ciclo di eventi “Storie di miserie e nobiltà”; sabato 12 marzo la memoria degli antichi banchi pubblici partenopei sarà a disposizione di turisti e cittadini. La storia della città e di coloro che vi abitarono o vi transitarono sarà sotto gli occhi di tutti, filtrata da fedi di credito e polizze.

La tribù umana sui muri di Jorit Agoch

Scritto da Roberto Calise Il . Inserito in Port'Alba

2016.02.18 - La tribu umana sui muri di Jorit Agoch

I napoletani ormai hanno imparato a riconoscerlo: la bimba rom su di un’intera facciata di un palazzo a Ponticelli, o il San Gennaro che sovrasta attoniti turisti e cittadini a via Duomo. O ancora, i volti di tanti personaggi noti e meno noti sui muri delle periferie. Tutti con gli stessi, inconfondibili segni sulle guance, perché tutti appartenenti ad un’unica tribù: quella umana, dipinta da Jorit Agoch.

Banner AIRC