La Bufala

Un fact-checking settimanale sulle promesse non mantenute dalle amministrazioni locali.

Dio fece il mondo e il settimo giorno si dissestò

Scritto da Giuseppe Pedersoli Il . Inserito in La Bufala

PedersoliDIO

Gli ultimi saranno primi, dal Vangelo secondo Matteo 20, 1, 16. Ma anche da un celebre sindaco metropolitano (digitate su google “gli ultimi saranno primi” e confrontate le Sacre Scritture con i link che vengono fuori). Il regno dei cieli è simile a un padrone di casa e Napoli è come Vienna per la raccolta differenziata. Il padrone di casa uscì di mattino presto per assumere dei lavoratori per la sua vigna.

Polizia Municipale Napoli Sezione AFC

Scritto da Giuseppe Pedersoli Il . Inserito in La Bufala

Pedersolicani

Il corso Secondigliano è intasato dal traffico, auto in tripla fila ostacolano il normale flusso dei veicoli. Gli automobilisti si accorgono che alcuni vigili urbani sono molto indaffarati sul marciapiedi. Provano ad attirare la loro attenzione, chiedono un intervento per sbloccare l’ingorgo ma ottengono una risposta piccata: “Ci lasci lavorare, per favore. Siamo della PMN sezione AFC”. Si crea un capannello intorno ai cinque agenti. Qualcuno intravede provette, siringhe, microscopi.

"Vecchi arnesi, arnesi vecchi"

Scritto da Berardo Impegno Il . Inserito in La Bufala

Berardo locandina1

Nella tarda serata del giorno che si sono presentate le liste di appoggio alla segreteria di Renzi, aprendo la pagina di Facebook, mi sono ritrovato con una “figurazione” dell’immagine della campagna di Renzi ,nella quale , facendo il verso ad un’Italia vecchia che usciva e a un’altra nuova che entrava, scriveva : “Berardo Impegno esce Valerio Di Pietro entra”. 

Ma perché è così difficile una legge elettorale?

Scritto da Riccardo Barone Il . Inserito in La Bufala

RICCARDO LEGGE ELETTORALE

Proporzionale alla tedesca? Doppio turno alla francese? Uninominale a turno unico?
Qual è il sistema elettorale migliore? Questa domanda ormai è diventata centrale nella politica italiana, però, vale la pena provare a capire a cosa serve una legge elettorale e che va cambiata, non per “paura” della Corte Costituzionale, ma in funzione della forma di governo che si vuole dare al nostro Paese!

Rischio Vesuvio, che cosa ne rimane?

Scritto da Francesco Verdosci Il . Inserito in La Bufala

Verdosci vesuvio

“Il Vesuvio erutterà, è sicuro perché è un vulcano attivo, anche se dormiente; ma non si può prevedere quando accadrà e visto che ci sono abitazioni nell’area sino ai piedi del vulcano, gli italiani devono discuterne e preparare un piano per gestire la situazione”.

Shock alla regione

Scritto da Manlio Converti Il . Inserito in La Bufala

Manlio REGINOE

In epoca di larghe intese e flusso mediatico surgelato al massimo da eventi grandiosi come la guerra in Siria ed il recupero della Costa Concordia, mi continuo ad interrogare sui danni materiali e morali dell’assenza di politica e di opposizione alla Regione Campania.
Per la verità sembra che carabinieri, giudici e guardia di finanza stiano verificando i conti di tutti i consiglieri e siano pronti ad una vera e propria retata che delegittimerebbe del tutto il nostro già inutile consiglio regionale.

Le Olimpiadi 2024

Scritto da Mariano Paolozzi Il . Inserito in La Bufala

Paolozzi

La proposta di candidare Napoli ad ospitare le olimpiadi 2024 può sembrare, e per certi aspetti è, una proposta paradossale.
Sembra velleitario e assurdo che una città, disamministrata come mai era accaduto fino ad oggi, depauperata della sua classe politica e, in parte, dirigente, collocata in un contesto regionale anch’esso non certo brillante, possa vantare la reputazione per chiedere di ospitare un così grande avvenimento e confidare nella capacità di organizzarlo nell’eventualità che gliene fosse data la possibilità di farlo.

Comitati civici contro il degrado

Scritto da Riccardo Barone Il . Inserito in La Bufala

Finalmente una buona notizia!!
Domenica 9 giugno il Comitato per la Tutela e la Salvaguardia di Piazza Bovio che aderisce al Comitato "NONIMBRATTO" è sceso in piazza per continuare l’opera di pulizia di piazza “Borsa” ripulendo la piazza e i suoi monumenti.
Quest’ impegno meritevole è stato vanificato dopo poche ore da qualche fan dei “99 posse” che ha scritto su una fioriera “o zulu non se tocca”, per cui credo sia utile riflettere un po’ sulla cura dei beni pubblici.
L’iniziativa di domenica rappresenta la ribellione di gruppi di cittadini al degrado della città ma l’impegno dei comitati non può sostituire l’ordinaria amministrazione, per tutelare i nostri monumenti si rende necessaria una presenza costante dello stato sui territori, Napoli negli ultimi anni è stata la città delle telecamere spente o non funzionanti! In assenza di un senso dei beni comuni è necessario applicare nella nostra città la cd “teoria delle finestre rotte”, secondo cui se ci si abitua al degrado si finisce per contribuire ad alimentarlo.

Stadio nuovo? Ma se ancora mancano i maxi schermi!

Scritto da Giuseppe Pedersoli Il . Inserito in La Bufala

Chi ha il coraggio di contraddire il presidente del Napoli? Rosetta Iervolino ci ha provato, ma con scarsi risultati. Ora tocca al successore, all’attuale sindaco Luigi de Magistris. Aurelio De Laurentiis ha dichiarato che è pronto a costruire un nuovo impianto là dove adesso sorge il San Paolo. Ma si può credere a De Laurentiis? E’ lecito nutrire qualche dubbio. Ad oggi,  gli ormai famigerati “maxi schermi” non sono ancora stati installati nello stadio che fu teatro delle gesta di Diego Armando Maradona. Pare, ancora, che la società sportiva Calcio Napoli abbia un po’ di arretrati nei confronti del Comune. Lo so,  è antipatico scrivere “ricordo che….”. E’ sintomo di vecchiaia, ma sono costretto a farlo. Correva l’anno 2009, il mese di ottobre. Ero il difensore civico cittadino, con tanto di ufficio a Palazzo San Giacomo, poco prima che mi cacciassero via con sentenza del Consiglio di Stato.

Gigì, mi twitti? E quanto mi twitti?

Scritto da Giuseppe Pedersoli Il . Inserito in La Bufala

Luigi De Magistris e il web, parte seconda. Con i social network si vincono le elezioni ma esiste anche il rovescio del sito: dimmi quello che posti e ti dirò chi sei. Non ne è indenne nemmeno il sindaco di Napoli. Ztl, acronimo maledetto. Cittadini che contestano le decisioni della “giunta arancione”e il 6 aprile lui twitta: “Napoli. Eventi e cultura. Una città in progresso”. Chapeau, sindaco. La nostra città è all’avanguardia e noi napoletani non ce ne siamo accorti. Lo stesso giorno, nuovo cinguettìo: “Decreto debiti PA frutto mobilitazione sindaci che, coraggiosamente, hanno scelto strada obbedienza Costituzione”. Jobbe50 gli replica: “Accorpa assessori come ha fatto Renzi, elimina gli sprechi e inizia a lavorare, sistema strade e fai pulire senza i bobcats”. Il 12 aprile de Magistris avvisa la popolazione: “Domani in piazza dei Martiri per donare il sangue insieme a tanti artisti. O‘ sang ‘e chi t’è vip”.

De Magistris, la Smorfia e la democrazia partecipativa

Scritto da Giuseppe Pedersoli Il . Inserito in La Bufala

Il web arma vincente solo durante le elezioni. L’esperienza vissuta dai napoletani, che hanno voluto Luigi de Magistris a Palazzo San Giacomo, lo dimostra. Basta digitare, su Google: “definizione democrazia partecipativa”. Il primo link che viene fuori ci spiega che “la democrazia partecipativa è un processo che prevede il coinvolgimento diretto delle persone nelle decisioni che le riguardano”. E’ incredibile che la chiusura al traffico di auto e moto in alcune parti della città scontenti tutti: i residenti, i commercianti, chi deve scegliere percorsi alternativi. Sarebbe stato più logico, considerando le premesse e le promesse nella campagna elettorale del sindaco, ascoltare il parere almeno dei diretti interessati, dei cittadini che lavorano o abitano nel sacro recinto dell’acronimo più odiato dai napoletani: ZTL, zona a traffico limitato. E’ stata necessaria una manifestazione di centinaia di persone a piazza Municipio, sotto alla finestra di de Magistris, per iniziare a discutere di alcune modifiche al piano traffico cittadino.

Coppa America 2013

Scritto da Davide Leonardi Il . Inserito in La Bufala

Manca meno di un mese prima del nuovo evento della America’s Cup World Series Napoli 2013 che si terrà sul lungomare il prossimo aprile, dal 16 al 21 un giorno di regate in più rispetto all’anno scorso. Fervono i preparativi con l’evento che nelle settimane scorse è stato presentato in giro per il mondo come al salone della borsa di Milano, al BIT di Berlino ed al MIT di Mosca. L’intento è quello di migliorare rispetto allo scorso anno quando si ottenne un risultato eccezionale: oltre 500mila le persone che hanno assistito alle regate sul Lungomare di Napoli, nonostante le avverse condizioni atmosferiche e nei giorni delle gare vi fu un incremento a Napoli di presenze alberghiere a fronte di un trend nazionale negativo. Allungare le aperture delle strutture turistiche significa innanzitutto dare risposte concrete per rilanciare i consumi e il lavoro.

Io so chi ha incendiato Città della Scienza

Scritto da Carlo Verdino Il . Inserito in La Bufala

Dando un’occhiata dalla collina di Posillipo su Città della Scienza, dopo quello che è successo, si ha la netta sensazione della distruzione vandalica, e la immediata sensazione di una decadenza irreversibile nel destino della città. Si legge di unanimi voci di sdegno ed angoscia.
Eppure… eppure è proprio questo il momento di fare una riflessione sul chi lo ha fatto accadere e soprattutto sul perché tutto questo è accaduto. La prima cosa che mi viene in mente è il famosissimo scritto di Pasolini sul Corriere del 1974: “Io so, anche se non ho le prove”.
Io so chi ha dato fuoco a Città della Scienza. E’ mio dovere chiedermelo, anche se non ho le prove e nemmeno indizi su quanto è accaduto, utilizzando quindi soltanto fatti conosciuti a tutti.

America’s Cup World Series

Scritto da Davide Leonardi Il . Inserito in La Bufala

Il principale momento che caratterizzerà la stagione turistica di Napoli è costituito dall’ultima tappa delle America’s Cup World Series, in programma sul Lungomare di Via Caracciolo dal 16 al 21 aprile 2013 ed il programma degli eventi prevede non solo gare ma anche manifestazioni e iniziative che quest’anno vedranno coinvolti in grado maggiore anche gli studenti delle scuole per avvicinare e coinvolgere quanti piu’ giovani nello sport della vela.
I migliori velisti al mondo torneranno a regatare a Napoli ed i team darsi battaglia a bordo dei veloci catamarani.

Dal buongustaio ho capito perché Berlusconi inganna i sondaggisti

Scritto da Giuseppe Pedersoli Il . Inserito in La Bufala

Prima dell’inizio dello spoglio le facce degli smacchiatori di giaguaro erano raggianti e i pidiellini tutti mosci. Aperte le urne, lo stesso Quaglariello non credeva ai suoi occhi: la rimonta di Silvio Berlusconi è la novità di un pelo meno interessante rispetto all’exploit di Beppe Grillo. I sondaggisti devono cambiare mestiere? Qual è il motivo per il quale tutte le previsioni elettorali si sono dimostrate errate? Essendo presuntuoso, anche se secondo me in maniera moderata, ho sempre una spiegazione. Fino all’altro ieri, però, sul punto non riuscivo ad elaborare una teoria.

Banner AIRC