A gamba tesa

I nostri editoriali a commento degli avvenimenti più rilevanti della settimana politica

La nuova Campania ai nastri di partenza!

Scritto da Antonella Ciaramella Il . Inserito in A gamba tesa

de luca giunta

Parte oggi, con l'insediamento del nuovo Consiglio, l'avventura della 10° legislatura dell Regione Campania.
Nell'immaginario collettivo partenopeo il numero 10 ha sempre avuto un significato intriso di implicatoni emotive , è il numero dei campioni, è il numero della vittoria, ma anche delle più amare delusioni per le aspettative disattese o delle occasioni mancate.

Cari GD apriamo così la Festa de l'Unità

Scritto da Francesca Scarpato Il . Inserito in A gamba tesa

unità

Quando una settimana fa scrissi a Marco Sarracino (e ai suoi Terroni Democratici) una lettera nella quale chiedevo, senza retorica ne arroganza, "cosa volesse dire oggi essere di Sinistra", non vi nascondo che molteplici (e contrastanti) erano i sentimenti che animavano il mio scritto: rabbia, delusione, speranza, amore...

Napoli, il PD e le elezioni ormai alle porte

Scritto da Valerio Di Pietro Il . Inserito in A gamba tesa

regionli pd

La tornata elettorale per il rinnovo del Consiglio Regionale della Campania è stata caratterizzata, in special modo per noi del Partito Democratico, da luci ed ombre. Il destino politico della nostra Regione è infatti affidato alle decisioni che prenderà (si spera a breve) la I sezione del Tribunale civile di Napoli.

C'è poco da stare allegri

Scritto da Berardo Impegno Il . Inserito in A gamba tesa

edizione straordinaria

So bene che non si dovrebbe dire alcunché sui risultati delle elezioni regionali prima dei ballottaggi per i sindaci per l'elezione. E infatti colgo l'occasione per fare un in bocca al lupo ai candidati delle coalizioni del centro sinistra che affronteranno la decisiva prova di domenica.

De Luca la gira proprio tutta

Scritto da Gabriele Crispo Il . Inserito in A gamba tesa

 de lux

È tempo di campagna elettorale e si sa che quando ci sono le votazioni per il rinnovo di qualsiasi consiglio (dal comunale al regionale) anche i piccoli, sempre bistrattati e lasciati al loro destino, diventano oggetto di interesse da parte dei nostri tanto amati e odiati politici. Le provincie di Benevento e Avellino sono naturalmente incluse in questo discorso: i loro 800000 abitanti, irrilevanti quando si decide ma fondamentali quando si vota, sono stati presi letteralmente d'assalto, è una caccia all'ultimo voto!

23 maggio 1992: l’Italia che ama Falcone. Da morto.

Scritto da Mauro Malafronte Il . Inserito in A gamba tesa

giovanni falcone

Il ricordo di Giovanni Falcone è un falso. Uno sfregio. Il 23 maggio, nell’anniversario della sua morte, la commemorazione ha l’odore melenso del’indulgenza nazionale. “L’eroe”, dice Mattarella. A ruota, Matteo e tutto il circo. La litania va avanti inesorabile: la campagna elettorale, dalla Campania al Veneto, è sacra. Ci raccontiamo il martirio, ci vomitiamo addosso citazioni, pensieri e mai la verità.

Perché una militante come me voterà Vincenzo De Luca

Scritto da Francesca Scarpato Il . Inserito in A gamba tesa

perchè votare de luca

Quando ho iniziato a fare politica e soprattutto quando ho iniziato a militare in un partito avevo una sola certezza: nulla sarebbe stato semplice.
Mi presento. Mi chiamo Francesca Scarpato e sono nata negli anni in cui è scoppiata mani pulite; pertanto sin da bambina la politica mi è sempre stata descritta come un qualcosa di “sporco” e corrotto dalla quale era meglio stare ben lontani, fatta da persone prive di scrupoli e pronte a fare solo i propri interessi.

Le elezioni regionali saranno la Waterloo di Forza Italia?

Scritto da Gabriele Crispo Il . Inserito in A gamba tesa

forza-italia-spaccata

L'aria a Montecitorio inizia a diventare veramente irrespirabile: dopo le clamorose sostituzioni in Commissione, le minoranze, tra cui naturalmente non poteva non mancare quella (maggioritaria) del Pd, si inizia ad alzare la voce contro il Governo e il premier, che giustamente irritato, tuona “se non si vota l'Italicum si va a casa”, insomma quello di Renzi sembra essere un vero e proprio dentro e fuori definitivo.

Un primo deciso passo

Scritto da Roberto Chiacchiaro Il . Inserito in A gamba tesa

unioni-civili-1

Ieri pomeriggio con 14 sì, 8 no ed un astenuto, la commissione Giustizia del Senato ha approvato il testo base del disegno di legge Cirinnà che, come molti di voi già sapranno, si propone di colmare il vuoto che tutt'oggi è vergognosamente presente nella nostra legislazione in merito al riconoscimento dei diritti delle coppie omosessuali, permettendo inoltre anche alle coppie etero di veder riconosciuti i propri diritti in quanto coppia, pur al di fuori del matrimonio, dando vita ad un nuovo istituto del codice valido per tutti, le "unioni civili".

I diritti e le garanzie

Scritto da Rosario Scognamiglio Il . Inserito in A gamba tesa

cella-zero

Le democrazie occidentali nel corso della loro storia hanno avuto sempre una stella polare, il punto fisso dal quale hanno fatto partire la loro evoluzione. La stella più luminosa, che fa da guida alle democrazie, è sempre stata tutto il corpus dei diritti naturali dell’individuo, quei diritti inalienabili che l’ individuo acquista all’ atto della nascita. Nel secolo dei lumi e della ragione, questi diritti sono diventati portatori di garanzie sociali, principalmente giuridiche, contro l’ azione e l’applicazione del diritto da parte dello stato nei confronti del singolo cittadino.

Tra abuso di ufficio ed abuso del diritto

Scritto da Umberto De Gregorio Il . Inserito in A gamba tesa

sospeso-causa-legge-severino-sindaco-di-salerno-vincenzo-de-luca-

Qualcuno sostiene che, se Vincenzo De Luca viene eletto governatore della Campania, non potrà poi governare a causa della sospensione che lo colpirebbe per effetto della legge Severino. Non è cosi. Chi viene sospeso, ci dice la storia degli ultimi mesi, è prontamente reintegrato, sia se viene chiamata a pronunciarsi la giustizia amministrativa (vedi Consiglio di Stato che conferma Tar Campania su vicenda De Magistris), sia se viene chiamata a pronunciarsi la giustizia ordinaria (vedi Corte d'Appello di Bari che ha reintegrato di recente un consigliere regionale).

La Campania ha bisogno di scelte coraggiose. Ora!

Scritto da Leonardo Impegno Il . Inserito in A gamba tesa

vincenzo-de-luca-sorride

L'incertezza di questi mesi sul se e sul quando delle primarie campane per la scelta del candidato governatore del centrosinistra rischia di provocare un diffuso senso di disaffezione. È difficile pensare che ci possa essere una grande voglia di partecipazione quando, per tanto tempo, dirigenti autorevoli del Pd campano hanno provato in tutti i modi a depotenziare, se non addirittura a delegittimare, lo strumento stesso della primarie. E invece non c'è dubbio che far scegliere direttamente ai cittadini elettori è preferibile a qualsivoglia soluzione presa dai soli "capibastone".

Banner AIRC