fbpx

Serendipity: quando il talento non è un caso

Scritto da Gabriele Esposito Il . Inserito in Succede a Napoli

serendipity

Domenica 17 maggio, presso il palazzetto dello sport di Aversa, l’Associazione Dilettantistica Sportiva “Serendipity Dance Luisa”, di cui è presidente Annamaria Storto, e che ha come maestre Alessandra ed Imma Fummo, ha riportato una bella “doppietta” che inorgoglisce un intero quartiere, San Lorenzo Vicaria.

La gara, relativa al campionato nazionale A.C.S.I. danza, ha visto Serendipity classificarsi nella categoria 7-9 anni terzo posto nelle danze latine coreografiche; il grande colpo, il primo posto nella categoria 10-12 anni rappresenta la ciliegina sulla torta per questa giovane associazione.
Una scuola di danza che nasce su un territorio popolare del quartiere San Lorenzo-Vicaria, a settembre scorso, e che attraverso la passione e l’impegno delle sue socie, in pochi mesi, ottiene ottimi risultati sportivi, classificandosi prima ai campionati regionali dell’ACSI, settore danze latine coreografiche, e vedendo tante giovanissime iscritte, che vedono in questa associazione un luogo sicuro e percorsi ludico-pedagogici idonei alla crescita ed alla socializzazione.
La danza come metodo di crescita, come metodo performante e non come mero “intrattenimento” o “baby-sitting”, questo rappresenta la vision, l’atmosfera educativa che percepisci se entri nella sede di via Ettore Bellini n°29, tra il corso Garibaldi ed il ponte di Casanova, è l’imprinting che Imma Fummo, coreografa della scuola, dottoressa in Psicologia, immediatamente ti comunica.
“Aldilà delle vittoria- afferma la psicologa- con fasce di età più grandi, agonisticamente intese, la metodologia utilizzata, attraverso il gioco-danza, è ciò che sta portando una grande novità tra bambini a partire dai tre anni, grazie alla peculiarità delle tecniche psico-didattiche utilizzate, che permettono, anche a bambini cosi piccoli di approcciarsi in maniera pedagogica alla danza. Il tutto, senza sottovalutare che questa scuola è diventata, in breve tempo, una piccola grande famiglia; si festeggia tutti insieme, bambini e genitori di ogni piccolo e questo rappresenta un grande successo, per l’insegnante e tutti i suoi collaboratori.”
Formazione, arte, cultura, impresa e grande volontà, non si improvvisano, ma si determinano con la professionalità e con la voglia di lottare per se stessi e i giovani del proprio territorio, questo è da anni il lavoro di Imma, sempre pronta anche ad aiutare giovani della sua parrocchia e quelle limitrofe, e che ora ha trovato la sua dimensione. La prossima festa sarà ai primi di Luglio al Teatro Bolivàr, una passerella di fine anno, che mettere in vetrina le cose belle di questo anno agonistico. Il Talento non è un caso.