fbpx

Un passo importante

Scritto da Leonardo Impegno Il . Inserito in A gamba tesa

leon

Un passo importante verso l'eliminazione della odiosa discriminazione territoriale che vede penalizzato il Sud e in particolare Napoli e la Campania. Dopo due anni di lunghe e difficili battaglie parlamentari, oltre 40mila firme raccolte e un’intensa campagna di sensibilizzazione in materia di Rc auto, il via libera da parte del Governo al mio emendamento al Ddl Concorrenza rappresenta un traguardo fondamentale che ora dovrà trasformarsi in un provvedimento concreto a settembre, quando il testo legislativo andrà in Aula. Abbiamo finalmente rotto un muro di pregiudizi e costringiamo il sistema assicurativo a migliorare.

Il principio cardine dell'emendamento è che gli automobilisti perbene, onesti e virtuosi vengano premiati, ovunque essi risiedano, al Nord come nel Sud del Paese. Un principio che fa di questa proposta un'autentica battaglia di civiltà.

Tecnicamente, agli automobilisti residenti nelle regioni dove il costo medio del premio, calcolato sulla base dell’anno precedente, è superiore alla media nazionale, come ad esempio proprio in Campania, e che non abbiano fatto incidenti per cinque anni consecutivi, verrà applicato uno sconto tale da commisurare la loro tariffa a quella media che verrebbe applicata a un qualsiasi assicurato, dalle medesime caratteristiche soggettive e collocato nella stessa classe di merito, residente in una regione con un costo medio inferiore alla media nazionale. In questa maniera si garantiscono agli automobilisti meridionali premi più bassi e in alcuni casi anche dimezzati.

Si fatta di una innovazione molto importante non solo dal punto di vista civile, ma anche economico: si costringe la lobby delle compagnie, che non a caso paventa ora scenari cupi, ad abbandonare pratiche distorsive del mercato e ad agire in un regime di libera concorrenza. Con vantaggi sia sui prezzi, sia sui servizi offerti. Una battaglia che alla fine avrà ricadute non solo nel Sud, ma anche nel resto del Paese.

Bisogna sottolineare positivamente l'atteggiamento del Governo che ha colto lo spirito della proposta e ci ha consentito di tagliare questo primo, importante risultato. Tanto importante che non è mancato chi in questi giorni ha cercato di intestarsi il merito dell'iniziativa. Ringrazio, quindi, anche il Movimento Cinque Stelle che ha partecipato attivamente a questo nostro sforzo corale, che ha coinvolto il Pd, altre forze politiche, movimenti e società civile, ma un'operazione-verità sull'iter del provvedimento e la sua genesi è necessaria perché noi intendiamo valorizzare al massimo il metodo della buona politica, quella che incide direttamente sulla vita dei cittadini contribuendo a migliorarla e a vincere le ingiustizie. È con questi principi e con questo stile che ci siamo presentati agli elettori. E continueremo a farlo.