fbpx

Vaccino antinfluenzale: tutto quello che c'è da sapere

Scritto da Alessandra Mugnolo Il . Inserito in Vac 'e Press

Lo-starnuto-il-peggior-untore-del-virus-dellinfluenza-soprattutto-in-aereo-1024x681

Il vaccino antinfluenzale serve a sviluppare difese immunitarie verso specifiche proteine responsabili dell'infezione da parte dell'omonimo virus, che una volta penetrato nel nostro apparato respiratorio può rendersi responsabile della "sindrome influenzale". Proviamo semplicemente a fare un poco di chiarezza e a spiegare perchè è importante vaccinarsi contro il virus dell'influenza.

Come si trasmette il virus?
Il virus si trasmette per via aerogena ovvero attraverso tosse e starnuti. Ha una incubazione di 5 giorni ma i sintomi dell'infezione possono comparire anche due giorni dopo il contagio, a seconda di quelle che sono le condizioni immunitarie del soggetto che si infetta.
Quali sono i sintomi dell'influenza?
Tra i sintomi più comuni abbiamo: la febbre, il raffredore, la deglutizione dolorosa, la tosse, forme di malessere generale come ad esempio il mal di testa, la stanchezza, i dolori ossei. Come complicanze invece compaiono: congiuntivite, bronchite, polmonite ed il distress respiratorio.
Quali sono i soggetti a rischio che quindi devono vaccinarsi contro il virus dell'influenza?
I soggetti a rischio a cui si consiglia la vaccinazione sono : i cardiopatici , gli anziani, gli immunodepressi (pazienti con Hiv, pazienti che fanno trattamenti antitumorali, pazienti con storia di malnutrizione), i pazienti affetti da fibrosi cistica, i pazienti già affetti da malattie congenite e deficit immunitari, i diabetici scompensati e i pazienti con storia clinica di bronchioliti e bpco croniche, ma soprattutto i bambini piccoli ( per quelli più grandi l' eziopatogenesi batterica prevale su quella virale).
Oggi si muore ancora per il virus dell'influenza?
Si, purtroppo come di morbillo.
In che cosa consiste il vaccino antinfluenzale?
Il vaccino consiste nell'inoculazione intramuscolare di antigeni innocui (proteine attenuate) del virus isolati dal virus stesso dopo che è stato messo a crescere nell'embrione del pollo.
Perchè bisogna vaccinarsi ogni anno e non basta un solo vaccino?
Bisogna vaccinarsi ogni anno perchè il virus dell'influenza muta e cambia il suo genoma di anno in anno. Così ogni anno negli Stati Uniti, in Inghilterra, in Francia ed a Hong Kong vengono isolate quelle specifiche proteine del virus che poi verranno utilizzate per il vaccino dell'anno successivo.
Chi non deve vaccinarsi?
Chi è allergico alle uova di pollo e i bambini sotto i sei mesi.
Che rischi ha il vaccino antinfluenzale?
Nessuno, io l'ho fatto e sono ancora viva.