fbpx

Inserto droghe: Eroina

Scritto da Alessandra Mugnolo Il . Inserito in Linea di Confine

eroina effetti

I DATI DELLA REGIONE CAMPANIA
-totale consumatori in CAMPANIA : 18336
-percentuale uso occasionale: 9,4%
-percentuale uso periodico : 16,5 %
-percentuale uso quotidiano : 73,9 %

I dati sono stati ricavati dai Centri di Tossicologia del nostro territorio, come immagine di copertina invece trovate i volti dei tossicodipendenti deturpati dall'eroina.
commento: Molto alta la percentuale dell'uso quotidiano perchè la sostanza porta elevata dipendenza.
DIPENDENZA FISICA E ASSUEFAZIONE
La dipendenza si raggiunge quando l' organismo, esposto all'utilizzo dell'eroina, si abitua ovvero "funziona" solo se ha in circolo eroina. Nel caso dell'eroina, la dipendenza scatta subito: basta una sola iniezione. La dipendenza è sia fisica: il tossicodipendete sta fisicamente male in assenza di eroina, sia psichica : il tossicodipendente ricerca la sostanza, la dipendenza psichica è anche chiamata assuefazione.
TOLLERANZA
Per tolleranza si intende la capacità dell'eroina di modificare i recettori (biologici) a cui si lega. Legandosi, li modifica al punto da portare questi (i recettori) a "funzionare" soltanto per dosi progressivamente sempre maggiori della stessa. La dipendenza fisica, l'assuefazione e la tolleranza dipendono a loro volta dal desiderio della sostanza, che nasce dalla stimolazione del circuito neurologico del piacere.
DESIDERIO DI SOSTANZA+ ASSUEFUAZIONE+ DIPENDENZA FISICA +TOLLERANZA IN EROINA
Chi prova l'eroina per la prima volta ha un'imminente sensazione di piacere che una volta "impressa" nei circuiti nervosi "obbligherà" l'organismo ad assumere un'altra dose fino alla dipendenza fisica, all'assefuazione e alla tolleranza : tutti i giorni si assumerà eroina e sempre più eroina.
STORIA DELL'EROINA
L'eroina è un oppiaceo, derivato dell'oppio, sintetizzato dalla casa farmaceutica tedesca Bayer per curare la dipendenza da morfina. Si scoprì poi che l'eroina creava molta più dipendenza della morfina e i dipendenti dalla morfina diventavano dipendenti dall'eroina. Questo circolo vizioso continua ancora oggi con eroina e metadone.
COME LA SI TROVA
L'eroina da strada è una miscela costituita da eroina pura in % variabili associata a : sottoprodotti di lavorazione della stessa, zuccheri o polveri inerti, sostanze da taglio (procaina, caffeina, paracetamolo). L'eroina può essere sniffata, inalata o iniettata, ma la via di somministrazione non fa sconti in termini di dipendenza.
EFFETTI IMMEDIATI DOPO ASSUNZIONE DELL'EROINA
-“Flash” (Sensazione di un immenso piacere mai provato)
-Rallentamento del respiro
-Funzioni mentali annebbiate
-Nausea e vomito
-sonnolenza
-Ipotermia (temperatura del corpo più bassa del solito)
-Coma o morte dovuti ad overdose, essendo molto individuale il grado di tolleranza alla sostanza
EFFETTI LEGATI ALL'USO CRONICO DELLA SOSTANZA
-Problemi ai denti
-Gengive infiammate
-Stitichezza
-Sudori freddi
-Prurito
-Indebolimento del sistema immunitario
-Coma
-Malattie respiratorie
-Indebolimento muscolare, paralisi parziale
-Ridotta capacità sessuale e impotenza cronica nell’uomo
-Disturbi mestruali nella donna
-Incapacità di raggiungere l’orgasmo (uomini e donne)
-Perdita della memoria e delle prestazioni intellettive
-Introversione
-Depressione e disturbi psichici
-Pustole nel viso
-Perdita di appetito
-Insonnia
SINTOMI DELL'ASTINENZA DA EROINA
L'astinenza dall'eroina non è mortale, differentemente dal sovradosaggio (overdose), ed è simile ad una sindrome influenzale con profondo malessere fisico ma soprattutto psichico in assenza della sostanza. Essa è caratterizzata da : ansia, irritabilità, disforia, insonnia, dolori osteoarticolari, sudorazione, vomito e diarrea.
CHI HA IL RISCHIO DI SVILUPPARE UNA TOSSICODIPENDENZA DA EROINA?
-Personalità tossicomanigene per spingere ancora più oltre il fisiologico circuito neurologico del piacere già stimolato da altre droghe :cannabis, cocaina e altre sostanze (ecstasy, LSD, mefedrone etc).
- Personalità socio-economicamente deprivate
- Spacciatori e affini
-Persone vicine a chi ne fa uso
COSA FARE IN CASO DI DIPENDENZA DA EROINA?
Rivolgersi immediatamente a personale sanitario per impostare un percorso di recupero dalla tossicodipendenza e riabilitazione.
TESTIMONIANZA DI CHI NE HA FATTO USO (Anonimo dalla rete)
"Quando ti buchi per la prima volta, molto probabilmente vomiterai e ti sentirai disgustato, ma presto ci riproverai. Ti si appiccicherà addosso come un amante ossessiva. Il “rush” (sensazione di piacere intenso) e il modo in cui ne vorrai ancora, come se ti venisse tolta l’aria: ecco come ti intrappolerà."
TASK MESSAGE
Condividi l'articolo per una cultura della prevenzione ed invialo a chi fra i tuoi amici fa uso di sostanze stupefacenti.