fbpx

Ancora un SOLD OUT per Jovanotti al Palamaggiò

Scritto da Lorenzo Riccio Il . Inserito in Musica

jovanotti-biglietti-

Dopo i festeggiamenti per l'arrivo del nuovo anno, il "ragazzo fortunato" della musica italiana è ripartito dal Sud dello Stivale in compagnia della sua musica coinvolgente, infiammando letteralmente prima i numerosi fan siciliani e poi quelli campani. Tra i protagonisti, anzi i dominatori, dell'annata sonora c'è di sicuro Jovanotti, che ha deliziato i fan accorsi al Palamaggiò di Castelmorrone (Ce) il 5 e 6 gennaio, dopo il trionfo estivo al San Paolo.

I numeri sono incontrovertibili: a un anno dalla pubblicazione di «Sabato», il singolo che ha anticipato «Lorenzo 2015 CC», uscito il 16 dicembre 2014, il cantante può a ragione parlare di «un anno strepitoso», come ha fatto sulla sua pagina Facebook: «C'è un uomo solo al comando - usando il linguaggio del ciclismo eroico - ... è Lorenzo ”Jova”!!!». Il tutto comunicato ai fan con un videoclip in cui indossa una fascia da miss: «Si potrebbe dire che abbiamo vinto in pianura, in salita, e anche in volata: ”Lorenzo 2015 cc” è il disco più venduto dell'anno».
Jovanotti è anche recordman di presenze dal vivo con il doppio tour negli stadi e ora nei palasport; di ascolto su Spotify e nelle radio; premiato per il disco dell'anno da iTunes e al Medimex. «È stato un anno davvero incredibile, si sta concludendo con questo tour pazzesco e al di là degli scherzi sono risultati veri per i quali sinceramente ringrazio!»

Dopo aver conquistato tutti con il brano estivo L'estate addosso e con la più melodica Pieno di vita, l'artista è tornato ad esibirsi nei palazzetti dello sport incassando numerosissimi sold out. Una cosa è certa: il tempo passa ma Jovanotti resta sempre uno degli artisti italiani più amati di tutti i tempi. Addirittura, alle date messe in programma, ne sono state aggiunte altre per soddisfare la richiesta di tutti i fan, come avvenuto a Caserta. Un altro colpo messo a segno da Lorenzo che, negli ultimi anni, non ha mai sbagliato e che si è detto molto soddisfatto del successo incassato con il nuovo tour. Nessuno, però, aveva dubbi in merito all'esito di questa nuova avventura; la sua verve e la sua energia, infatti, riescono a conquistare proprio tutti.
Nei giorni del 5 e 6 gennaio si è esibito preso Castel Morrone, in un palazzetto gremito in entrambe le date, bissando il successo strepitoso raggiunto al San Paolo.
Per ben due ore e mezzo ha portato in scena tutti i suoi più grandi successi, tratti dal nuovo album “Lorenzo 2015 cc” e da precedenti raccolte; canzoni che hanno fatto la storia per molti di noi. Vario era il pubblico che andava dai ragazzini, attratti dalla potenza dei ritmi elettronici del nuovo Jova, ai più maturi, attaccati alla voce di quel ragazzo fortunato sempre allegro che è una ventata d’aria fresca in un momento incerto.
Lorenzo Cherubini è instancabile, affronta ogni canzone con energia nuova, ballando, saltando, urlando e divertendosi insieme a tutto il pubblico, trasportato verso in mood super eroico che il cantante incarna.

Da sempre molto legato alla città di Napoli, non manca anche stavolta il tributo ad un grande ed indimenticato Maestro della musica italiana e Napoletana, Pino Daniele.
Se da un lato è difficile ripetere il tributo ampio e corale dedicatogli durante il concerto del 26 Luglio al San Paolo, insieme con James Senese ed Eros Ramazzotti - quasi a voler rievocare quell’incredibile copertina di ”TV sorrisi e canzoni” - dall’altro Jovanotti non si è dimenticato di uno dei suoi mentori. Verso metà concerto intona “Je so’ pazzo ” e trascina con sé tutto il pubblico, come sempre riconoscente per l’amore che spesso viene portato alla nostra terra.
"Un urlo per il nostro, per il VOSTRO PINO. – continua Jovanotti - Tenetelo ben stretto, non ce ne sono più come lui".

Il tour non si ferma con ieri; i nuovi capitoli per Lorenzo nei Palazzetti dello sport, che a gennaio prevedeva nove date, si terranno: venerdì 8 e sabato 9 al Mediolanum Forum di Assago, Milano; lunedì 11 al PalaOnda di Bolzano; lunedì 18 e martedì 19 al Nelson Mandela Forum di Firenze.