fbpx

“Amore che vieni, amore che vai”: la musica di De Andrè in scena all’Arena Flegrea

Scritto da Enrico Mezza Il . Inserito in Musica

Enrico Mezza

Certe canzoni non hanno scadenza. Esse sono, in primo luogo, emozioni, che transitano da un cuore all’altro. Queste musiche sono eterne, come eterno è chi le canta. In questo senso, l’Arena Flegrea è pronta a dedicare il suo personale ricordo a Fabrizio De Andrè, il 5 agosto 2016, con lo spettacolo “Amore che vieni, amore che vai”, arricchendo ulteriormente una stagione estiva molto ricca (come già raccontato da QdN).

Il concerto cerca di offrire uno spaccato della carriera artistica del cantautore, la cui vita ha certamente segnato la sua musica. D’altronde, le anime artistiche e civili di De André spesso si fondono, dando forma ai personaggi delle sue canzoni. Fabrizio Cristiano De André è uno degli esponenti della “Scuola genovese”, insieme a Gino Paoli, Luigi Tenco ed altri grandissimi autori. Il cantautore di “Boccadirosa” si caratterizza, inoltre, per la particolare attenzione ai temi sociali.

De André frequenta notissimi personaggi del mondo dello spettacolo, della musica e della letteratura. Secondo i critici, ha delle simpatie per i movimenti anarchici, liberali e pacifisti, dimostrando, altresì, una particolare attenzione per le diverse culture della Penisola. Come precisato, ciò che rende davvero eterno De André è la cura con cui pitta i personaggi delle sue canzoni. Questi sono raccontanti in modo particolare, attraverso melodie spesso semplici, ma mai banali.

Il cantautore genovese esprime una certa predilezione per la “ballata”, stile che permette alle parole di essere meglio percepite dall’ascoltatore. In sostanza, quella di De André è poesia, sapientemente musicata. Da quanto detto prende le mosse lo spettacolo “amore che vieni, amore che vai”. In particolare, la rappresentazione pone particolare attenzione ai personaggi femminili del genovese. La poesia/musica di De André è stata spesso ispirata da incredibili donne, che poi confluiscono nei suoi testi. Come non ricordare personaggi come “Boccadirosa” o “Maria”.

“Amore che vieni, amore che vai” rappresenta, pertanto, la sintesi di tutto questo, affidata a sapienti interpreti. Attori principali all’Arena Flegrea saranno la voce di Cristina Donà, il contrabbasso di Fabrizio Bosso, il piano di Rita Marcotulli, il sax di Javier Girotto, la tromba di Fabrizio Bosso, il contrabbasso di Enzo Pietropaoli e la chitarra elettrica di Saverio e la batteria di Cristiano Calcagnile.

In conclusione, non resta che destinare un plauso agli organizzatori della stagione estiva dell’Arena Flegrea. Ancora una volta, è stato dimostrato che l’estate napoletana non ha nulla da invidiare a nessuno. Buon ascolto e buona estate!

 

Per maggiori informazioni: