fbpx

Napoli sfortunato e "spuntato": dalla beffa con il Sassuolo all'esame Inter

Scritto da Simone Santacroce Il . Inserito in Il Pallonetto

napolisassuolo

Sfortuna, mancanza di cattiveria, assenza di un vero centravanti, calo dal punto di vista atletico. Sono queste e tante altre le possibili spiegazioni del momento "No" che sta vivendo la squadra partenopea che, dopo l'ennesima occasione persa in casa contro il Sassuolo, facendosi recuperare sull'1-1 all'81' dagli emiliani, scivola al settimo posto in attesa del prossimo turno di campionato.
Prossima gara che si giocherà già Venerdì, nuovamente al San Paolo, contro l'Inter e che sa già di partita da "dentro o fuori" per il prosieguo della corsa ad un posto nella prossima Champions League.

È un Napoli quindi che non riesce a dare continuità non tanto alle proprie prestazioni quanto ai risultati che, dati alla mano, risultano più che negativi visto che gli azzurri nelle ultime dieci partite hanno vinto soltanto tre volte (due tra l'altro contro i fanalini di coda Empoli e Crotone) e che incassano reti con una maggiore frequenza rispetto alla scorsa stagione dove la fase difensiva era stata uno dei punti di forza della compagine guidata da mister Sarri. Quest'ultimo, da tutti considerato il vero fuoriclasse del Napoli, soprattutto dopo la partenza di Higuain, sta facendo discutere con le sue scelte di formazione e la gestione dei cambi che contro il Sassuolo,ancora una volta, ha lasciato più di qualche dubbio. La bocciatura di Gabbiadini, infatti, che viene ancora una volta sostituito a metà secondo tempo, è apparsa piuttosto prematura ed avventata è sembrata la scelta di inserire il diffidato Mertens al suo posto. Proprio il giocatore belga, infatti, dopo pochi minuti dal suo ingresso è stato ammonito e sarà costretto a saltare così la delicata sfida casalinga con l'Inter lasciando un vuoto nell'attacco azzurro già ridotto all'osso.

Bisognerà dunque in pochi giorni riordinare le idee per la imminente sfida ai nerazzurri che servirà al Napoli per cercare di non perdere troppo terreno dalle prime della classe in campionato e per dare entusiasmo al gruppo e all'ambiente napoletano in vista della fondamentale sfida di Champions League di Martedì 6 Dicembre in programma all' Estadio Da Luz di Lisbona contro il Benfica che sancirà il passaggio o meno del girone.