fbpx

Riorganizzazione di alcuni istituti scolastici primari di Bagnoli tra speranze e incertezze

Scritto da Fabio Di Nunno Il . Inserito in Vac 'e Press

Di Nunno

Qualche mese fa abbiamo accennato ai problemi dell’Istituto Comprensivo (IC) “Augusto Console” di via Terracina, ospitato presso una struttura affittata dal Comune di Napoli, dove questi aveva trovato un accordo economico per i fitti pregressi non pagati e dove erano stati risolti alcuni problemi di sicurezza.
Dunque, secondo delle indiscrezioni di qualche mese fa, dopo le festività natalizie l’Istituto “Augusto Console” di via Terracina si sarebbe trasferito nel plesso scolastico dell’IC “73 Michelangelo” di via Ilioneo 12, a Bagnoli, almeno in via temporanea. Infatti, l’Istituto “Augusto Console” sarebbe poi stato allocato presso una nuova struttura a via Terracina che è in costruzione da decenni, una struttura che dovrà ospitare diverse scuole, tra le quali il Liceo Scientifico “Arturo Labriola” e parte dell’Istituto Alberghiero “G. Rossini”. I lavori dovrebbero concludersi entro minimo 1 anno e 6 mesi. Però, secondo l’Assessorato alla Scuola del Comune di Napoli, guidato da Annamaria Palmieri, la soluzione più semplice sarebbe stata quella di trasferire completamente la scuola “Augusto Console” a Bagnoli, utilizzando gli spazi dell’IC “73 Michelangelo” di via Ilioneo 12.

Purtroppo, questa situazione avrebbe avuto un impatto disastroso sul tessuto scolastico di Bagnoli, mentre gli scolari ed i docenti di tutte le scuole coinvolte avrebbero visto peggiorare la loro situazione, per problematiche legate agli spazi a disposizione dei plessi scolatici di Bagnoli (ed al loro successivo sovraffollamento) ma anche alla mobilità degli scolari che frequentano la scuola di via Terracina, scuola che è già sottodimensionata. Infatti, l’eventuale trasferimento della scuola “Augusto” a Bagnoli potrebbe anche peggiorare la sua situazione, con un’ulteriore contrazione delle iscrizioni poiché la platea degli scolari non è certo quella di Bagnoli.

A seguito di una riunione svoltasi il 3 novembre 2016 presso l'Assessorato all’Istruzione del Comune di Napoli, alla quale hanno partecipato, oltre all'assessore Palmieri, anche i Dirigenti di scuole della X Municipalità ed i presidenti del Consiglio di Istituto delle stesse scuole, durante la quale si è discusso il dimensionamento scolastico riguardante la X Municipalità ed in particolare la problematica relativa all'IC “Augusto Console”, si è giunti ad una riorganizzazione territoriale delle scuole primarie a Bagnoli. In particolare, la nuova organizzazione territoriale prevede la confluenza dell'IC “Augusto Console” nell'IC “73 Michelangelo Ilioneo” e l'autonomia del plesso della scuola primaria “Madonna Assunta” (che attua il metodo naturale ispirato a Freinet) dell'IC “73 Michelangelo Ilioneo” che completerebbe la propria articolazione acquisendo il limitrofo plesso di scuola secondaria di 1 grado, ubicato a via di Pozzuoli 68 (il cosiddetto palazzo del “Fascio”). Su tale configurazione, disposta dal Comune di Napoli con l’avallo della Regione Campania, ci sarebbe stato l’assenso da parte di tutti i partecipanti, fermo restando che i Presidenti del Consiglio delle scuole interessate al dimensionamento hanno palesato le perplessità dei genitori della scuola “Augusto” circa le sicure difficoltà per gli alunni che dovranno recarsi a Bagnoli. Infatti, si è chiesto all'Assessore all’Istruzione di farsi carico di una richiesta all'ANM per creare una linea dedicata ai movimenti degli studenti da via Terracina a Bagnoli e viceversa, nonché di una richiesta di avere degli spazi nel nuovo edificio di Via Terracina (Capalc) quando quest'ultimo sarà completato. Dunque, a partire dall’anno scolastico 2017/2018, questa sarà la nuova configurazione delle scuole primarie a Bagnoli ma solo tra qualche mese capiremo se il piano delineato avrà avuto un impatto positivo.