fbpx

Italia indietro con Uber? A Napoli arriva Digitaxi

Scritto da Andrea Amiranda Il . Inserito in Funiculì, funicolà

taxi

Se ne parla da qualche settimana: i tassisti italiani sono contrari ad Uber. Tra le proteste e gli scioperi, ecco che a Napoli viene fuori DigiTaxi, l'alternativa ad Uber realizzata dagli ideatori della pagina "Taxi in città tariffa max € 6".

È ormai chiaro che il trasporto pubblico ha bisogno di nuove regole. Provate ad aprire l'app di Uber a Londra: per la vostra tratta ci saranno una miriade di auto disponibili e vi renderete presto conto di come la piattaforma abbia riscosso successo.

E in Italia? Tanto per cambiare, siamo fermi ad una normativa del 1992.

Il Bel Paese è infatti diviso tra chi vorrebbe poter usufruire delle innovazioni che il progresso tecnologico generosamente continua ad offrirci e chi si mostra "conservatore" anche quando si parla di trasporti. Già, proprio quel settore così critico e sempre nell'occhio del ciclone. A Napoli siamo costretti a muoverci con mezzi pubblici scadenti e mezzi privati dalle tariffe variabili, ma mai del tutto economiche.

Tuttavia, mentre Uber è ancora in fase di stallo, è proprio a Napoli che è nata l'app che potrebbe migliorare la qualità del servizio attualmente offerto, e che coinvolge i tassisti autorizzati: stiamo parlando di DigiTaxi. Tutto è partito da un gruppo di utenti, già fondatori della pagina Facebook "Taxi in città tariffa max € 6". L'app consente di prenotare il taxi fino a 7 giorni prima della partenza, fornisce indicazioni per l'identificazione dei tassisti, la verifica delle tariffe applicate e addirittura dei percorsi migliori che possono essere controllati in itinere. Attraverso il gps del proprio smartphone, il cliente può vedere qual è il mezzo più vicino in zona e fare in modo che il tassista riceva subito la chiamata. Le corse vanno da 3,50€ a 6€ e chi scarica l'app può inoltre ottenere una corsa gratuita ogni cinque per tutto il 2017.

Le versioni di DigiTaxi scaricabili sono due: DigiTaxi driver (per i tassisti) e DigiTaxi (per gli utenti). Ancora una volta, insomma, Napoli riesce a dimostrare la sua capacità di inventiva e di innovazione, traendo il meglio anche dalle situazioni più difficili. Per ora i feedback degli utenti sono abbastanza positivi ed il servizio sta trovando sempre più adesioni.