fbpx

SS268, finalmente i lavori di rimodernamento

Scritto da Vincenzo Puzone Il . Inserito in Funiculì, funicolà

268

La Strada Statale 268 del Vesuvio è forse la più importante arteria stradale del vesuviano.

Questa infatti partendo da Cercola attraversa tutta l’area Vesuviana interna ad est della città metropolitana di Napoli, terminando ad Angri. Nata negli anni 80’, oltre che collegare i vari paesi dell’interland, la statale doveva rappresentare la principale via di fuga in caso di eruzione del Vesuvio.
Compito questo evidentemente troppo gravoso per una strada per lunghi tratti a una corsia e senza nemmeno corsie di emergenza. Proprio a causa di queste sue caratteristiche ogni anno sono decine le persone che perdono la vita percorrendola.

Si è reso dunque necessario un progetto di ammodernamento dell’arteria cominciato già nel 2003 con l’allargamento della statale e al passaggio alla doppia corsia in alcuni tratti. Dopo un incontro in prefettura a Napoli fra ANAS, rappresentanti istituzionali e forze dell’ordine è stato deciso che dal prossimo 5 giugno toccherà al tratto tra Somma Vesuviana e la zona industriale di Ottaviano. Per almeno tre mesi questo tratto resterà completamente chiuso e il traffico verrà deviato verso strade alternative all’ interno dei comuni di Somma ed Ottaviano, permettendo così una più rapida esecuzione dei lavori. Superati questi tre mesi l’ANAS conta di riaprire una carreggiata a doppio senso di marcia, in concomitanza con la fine delle ferie e la riapertura delle scuole. I lavori di ammodernamento dovrebbero durare poi per altri due mesi, per un totale di cinque.

Tutto ciò naturalmente creerà non pochi disagi alle migliaia di auto e mezzi pesanti che quotidianamente percorrono la statale, ma un ampliamento della strada che è stata soprannominata nel corso degli anni “ la strada della morte” risulta quanto mai necessario.