fbpx

Bolivar, l’arte libera nel cuore di Napoli

Scritto da Gabriele Esposito Il . Inserito in Teatro

boli

Giovedì scorso, al Teatro Bolivar di Materdei, è stata presentata la stagione teatrale 2017/18: Libera l’arte nel cuore di Napoli, il clame di quest’anno, rappresenta un invito e una promessa artistica di Tony De Luca e Romina Adaggio, proprietari della struttura, e dei direttori artistici Ivan Boragine e Ciro Esposito (teatro) e Michelangelo Iossa (musica).

Quindi il Bolivar presenterà non solo piece teatrali, ma anche concert show dedicati ai grandi miti della musica, proponendo un’offerta ricca e variegata.

La stagione sarà aperta venerdì 10 novembre da Sabba e gli Incensurabili, che omaggeranno Lucio Battisti, per proseguire il 24, sempre di venerdì con i Quanno Good Good, band tra le più longeve in Italia, che proporranno il riascolto delle melodie del nero a metà, Pino Daniele.

L’1-2-3-8-9-10 dicembre invece andrà in scena Luigi Russo con l’opera inedita “Vorrei un bacio” farà riflettere riguardo alla problematica della pratica dell’assistenza sessuale ai disabili, già portato all’attenzione del pubblico dal film di Helen Hunt “The sessions”.

Il 15 dicembre torna protagonista la musica con Mimmo Di Francia, un incontro con un grande autore intitolato “10 Fotogrammi”, attraverso i suoi grandi successi, come Champagne o Balliamo.

Il 22 dicembre l’istrionico showman Genny Vella sarà protagonista con uno spettacolo natalizio fatto di canzoni, imitazioni e tante sorprese.

A santo Stefano, la James Bond Christmas Show, porterà in scena un concerto-evento con protagoniste le colonne sonore dei film di 007.

Il 5-6-7 gennaio Ciro Esposito, Ivan Boragine e Amedeo Andreozzi, per la regia di Gianni Parisi saranno protagonisti di “Sotto lo stesso tetto”, dove tre fratelli, dopo la morte del padre si ritrovano nell’appartamento ereditato dal genitore sommersi da scatoloni che rappresentano la precarietà dei rapporti.

Il 12 Gennaio l’incontro d’autore con Lino Vairetti, rappresenterà l’occasione per la narrazione degli Osanna, una delle più amate e longeve progressive rock band italiane.

Dal 19 al 21 gennaio con e per la regia di Lello Pirone, affiancato da Natalia Cretella e Eva De Rosa, si potrà assistere a “Che Dio ce la mandi bona” divertente commedia sul senso della vita inteso come esame da superare se si vuole la beatitudine.

Il 26 Gennaio con “Sessant’anni di volare” Marco Francini porterà al Bolivar il suo omaggio a Domenico Modugno.

Il 27 e il 28 Gennaio “43 minuti” con Vincenzo Messina e Luigi Vuolo ci porterà nel viaggio relazionale, dove l’egoismo e la libertà sono forse la stessa faccia della stessa moneta.

Dal 16 al 18 Febbraio sarà la volta del “Salvatore Gisonna show”, mentre il 10 marzo a calcare il palco di Materdei I Sottomarini con il concerto-evento per festeggiare vent’anni di Beatlemania.

Dal 2 al 4 Marzo, con la regia di Gigi Savoia, Gianni Parisi, Davide Marotta e Enzo d’Aniello saranno i protagonisti di “L’Amore… che sorpresa”, storia comica dove l’amore, i boss e la psicologia si intersecano perfettamente in un’osmosi narrativa davvero esilarante.

Dal 16 al 18 Marzo, con la regia di Mario Paduano, i Blue Gospel Singers ci porteranno in un’atmosfera magica fatta di colori e note, “Why we singliano?”

Il 23 Marzo Marco Francini ritorna protagonista con “Siamo tutti Mina- Omaggio a studio Uno”, excursus nella grande epopea della televisione italiana degli anni sessanta.

Dal 7 al 9 Aprile Danilo Brugia, Ciro Esposito e Vittorio Hamarz Vasfi, diretti da Alessia Izzo, saranno i protagonisti di “Tre Attori in Affitto”, storia di tre attori di diversa estrazione che cercano di scalare la strada verso il successo.

Dal 13 al 15 Aprile, per la regia di Vito Cesareo, Emiliano De Martino, Monica Vallerini ed Enrico Maria Falconi saranno i protagonisti della commedia inedita “Murattori” che esaminerà, in modo goliardico, le problematiche di giovani che sognano di diventare attori in una pantomima dai contorni plautini.

Dal 27 al 29 Aprile, infine, Corrado Taranto e Oscar Di Maio saranno porteranno la comicità più viscerale napoletana con “Una coppia che scoppia ovvero morire dal ridere”; la regia è sempre di Taranto e completano il cast Claudio Iodice e Andreina Raucci.

Trasversalmente al cartone principale il Bolivar organizzerà la prima rassegna teatrale per amatori targata Napoli “Te.Am.Nà”, con premi importanti per i vincitori.

La campagna abbonamenti, in conclusione, è stata ideata per le esigenze familiari: 100euro per 10 spettacoli teatrali e 90 euro per i nove musicali e per chi acquisterà tre abbonamenti il terzo sarà in omaggio.

Per cui mettiamoci comodi e…che lo spettacolo abbia inizio.

boli 2