fbpx

L’istituzione della Città Metropolitana di Napoli

Scritto da Riccardo Barone Il . Inserito in Succede a Napoli

Qualcosa si muove! È di ieri la notizia che la Provincia di Napoli ha deciso di lanciare una petizione online (al seguente link: http://napolicittametropolitana.blogspot.it/ ) per spingere la Conferenza Metropolitana ad approvare l’elezione diretta del Sindaco della Città Metropolitana.
Prima di affrontare le tematiche politiche, vorrei ricordare ai curatori della petizione che il dl 95/12 prevede la possibilità di elezione diretta del Sindaco della Città Metropolitana solo nel caso in cui si scorpori il comune capoluogo in più comuni più piccoli (articolo 18 comma 4), questa precisazione la ritengo necessaria perché implica una battaglia politica ancora più ampia.


Questa petizione vede l’accordo di tutte la parti politiche presenti all’interno della Provincia di Napoli ma per l’approvazione dello Statuto il Sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha il potere di veto ed è di competenza della sua maggioranza consiliare lo scorporo del comune. Questa situazione lo rende il vero responsabile dello stallo che si è creato e sorge spontaneo il sospetto che la sua intenzione sia di arrivare allo Statuto provvisorio che lo vedrebbe anche Sindaco della Città Metropolitana.
Al momento, infatti, la Provincia, con i suoi tempi, sembra lavorare alla costituzione dell’ente che il 1° gennaio prenderà il suo posto mentre il comune di Napoli sembra disinteressarsi di questa novità che colpirà anche le sue funzioni.
Adesso, però, è necessario un cambio di marcia anche nei partiti che fanno opposizione a Luigi de Magistris, le questioni istituzionali devono vedere uniti PD e PDL in una proposta seria che possa rendere governabile Napoli. Finora il lavoro dei 2 partiti si è ridotto a iniziative dei singoli (come gli incontri all’interno della I municipalità attivati dal presidente della commissione trasparenza della stessa, Davide Leonardi) ed è mancata quella capacità di fare sintesi intorno ad un’idea politica seria. Il PD ha fatto l’ultimo incontro sull’argomento nell’autunno 2012!
Il rallentamento dei lavori della Conferenza Metropolitana è stato, inoltre, aggravato dalla legge di stabilità per il 2013 che ha sospeso per un anno l’istituzione delle città metropolitane, quindi credo che si renda necessario anche un lavoro parlamentare per arrivare a correggere gli errori della legge e per rilanciare un progetto che non deve avere bandiere politiche ma che deve rendere possibile governare Napoli e la sua Provincia per chiunque vinca le prossime elezioni, perché una cosa è certa: si dovranno tenere delle elezioni, il Sindaco della Città Metropolitana deve essere scelto da tutti i suoi cittadini!