fbpx

A Castellammare e' nato il Partito Democratico

Scritto da Nicola Corrado Il . Inserito in A gamba tesa

Il 10 giugno Nicola Cuomo e' stato eletto Sindaco della citta' delle acque, dopo tre anni di opposizione il centrosinistra ritorna al governo ma a differenza del passato per la prima volta il Partito Democratico esprime il primo cittadino.

Questo a mio avviso e' il dato piu' significativo della tornata elettorale amministrativa: il PD dopo anni di divisioni, di lacerazioni dolorose ha costruito le ragioni di una profonda e vera unita' ponendosi come il principale protagonista del passaggio al futuro dell'antica Stabiae.

Il 10 giugno e' figlio di un'altra data, il 7 aprile, il giorno delle primarie; 6000 cittadini hanno partecipato ad una competizione dura, senza rete di protezione, combattuta in maniera aperta ma allo stesso tempo
leale e corretta, ed il giorno dopo un popolo che si era diviso, che aveva tifato per squadre diverse ha indossato un'unica maglia ed ha giocato la stessa partita contro un centrodestra diviso e senza idee.

Ho ripensato spesso a quei giorni e penso che abbiamo iniziato a vincere proprio quando ci siamo aperti alla competizione ed alla partecipazione, quando abbiamo chiamato i cittadini a colmare le lacune, gli errori, i ritardi, una tensione all'autosufficienza ed una vocazione minoritaria che ancora oggi rappresentano gli ostacoli veri alla nascita del Partito Democratico nella provincia di Napoli ed in Campania.

Partecipazione attiva dei cittadini e leadership forte non possono essere sganciate dal programma di governo, al contrario rappresentano la cifra di credibilita' dello stesso e accrescono le chances di riuscita del cimento amministrativo.

Domani e' un altro giorno e ci aspetta il governo della citta' ma abbiamo le carte in regola per provarci e provarci davvero, perche' non abbiamo solo vinto le elezioni, abbiamo fatto di piu': abbiamo costruito un progetto condiviso, una leadership forte ed attraverso la competizione abbiamo fatto nascere il Partito Democratico.