fbpx

Icardi ne fa 100!

Scritto da Matteo Zapelli Il . Inserito in Il Pallonetto

Icardi Twitter Inter 800x500

L’ultimo turno di Serie A ci ha regalato emozioni inaspettate: il clamoroso pareggio tra Spal e Juventus ha permesso al Napoli, vittorioso in casa contro il Genoa, di portarsi a -2 dalla vetta e quindi di riaccendere il sogno scudetto.
Abbiamo visto anche uno scontro per la Champions League che si fa sempre più interessante dopo il pari in casa della Lazio contro il Bologna di Donadoni e le fondamentali vittorie del Milan ai danni del Chievo Verona e dell’Inter in un roboante 5-0 contro una spaesata Sampdoria. Non dimenticando però lo scontro per la salvezza che prosegue incessante.

E mai come quest’anno nulla è scontato, vedesi infatti il punto strappato dalla Spal ai danni dei Campioni d’Italia o addirittura la vittoria in casa dell’Udinese da parte dei neroverdi del Sassuolo, un’impresa non da poco. Ma in una giornata del genere è doveroso soffermarsi sulla prestazione individuale offerta da Mauro Icardi, capitano dell’Inter e autore di un poker contro la sua ex squadra, i blucerchiati della Samp, che subiscono una delle più sonore sconfitte da quando Gianpaolo siede sulla panchina doriana. Ancor più clamoroso se si pensa che in casa la Sampdoria aveva fermato e sconfitto squadre come Milan e Juventus offrendo prestazioni sempre convincenti. Ma in questa giornata è stata letteralmente surclassata sotto i colpi della formazione nerazzura, prima con un fantastico colpo di testa di Perisic, che ha trovato la via del gol dopo circa 3 mesi.

Icardi è appena entrato nel club degli eletti che hanno segnato almeno 100 gol in Serie A ed il fatto che ci sia riuscito a venticinque anni non fa che aumentare il valore della sua straordinaria impresa. 10 gol segnati con la maglia della Samp e altri 93 con la maglia nerazzurra (ma sono già 100 se si considerano tutte le competizioni ). Ogni 38,9 tocchi, Icardi la butta dentro. Si chiama essenzialità. É la sua grande dote. Icardi è un attaccante che ha ripulito tutte le sue giocate del superfluo. Bada al sodo, niente orpelli. Tutto arrosto, niente fumo. Maurito con i suoi 25 anni e 27 giorni è il sesto attaccante della serie A più giovane di sempre a raggiungere e superare i 100 gol. Raggiungi mostri del calibro di Ibrahimovic e Higuain, per citarne due che ancora sono in attività, ma ovviamente in un lasso di tempo molto minore e con un’età che lo avvantaggia e gli permette di mettere nel mirino nuovi e ulteriori record.

É ora che il ct. Sampaoli prenda anche Icardi in considerazione per il Mondiale, perché i numeri non mentono mai e questa stagione ‘Maurito’ è letteralmente devastante.