fbpx

L’Angolo del Libro di QdN Presenta: “Frammenti”, la voce poetica di Pino Zecca"

Scritto da Francesco Verdosci Il . Inserito in Letteratura

libro

“Frammenti, tra realtà e immaginazione”, è una raccolta di struggenti poesie, meravigliose composizioni di versi liberi, passionali ed occasionali, in cui il poeta Pino Zecca ci accompagna in un fantastico viaggio nel suo immaginario, muovendosi senza sosta, delicatamente e con incomparabile maestria tra poetiche introspettive ed intimistiche, classicheggianti versi amorosi e commoventi liriche omaggianti la sua amatissima città: Napoli.

Le ingiustizie, l’orrore delle guerre, le forti contraddizioni della nostra epoca, la velata nostalgia di un passato ormai trascorso, sono solo alcuni dei temi che, marcatamente si delineano nella poetica dell’autore. Pagine pregne di sensazioni, emozioni belle ed immagini ispirate dal sentimento d’amore e dalla natura nella forma breve di un sussurro.

L’autore dedica tutta la sua vis poetica in quest’atto di affettuosa devozione nei confronti non solo della propria anima ma anche e soprattutto nei confronti della propria terra, il Sud, che per il poeta è “bellezza struggente”, sia pur vilipesa ed umiliata.

Il titolo di quest’opera prima – edita dalla Editrice Taurisa ed abbellita dalla bellissima copertina tratteggiata dalla perfetta pennellata della pittrice Adriana Ferri - si ispira all’ultimo verso di “Shadow”, brano inserito in essa: “Ad un angolo di strada, un uomo getta sull’umido selciato frammenti di pensieri”.

Questo struggente verso appena citato rappresenta perfettamente il regalo dell’autore ai suoi lettori: liriche assolutamente incantevoli, garbate, pulite, eleganti, che vanno dritte dritte al cuore, incidendo nell’anima, col fuoco dell’ars poetica, atmosfere fantastiche e surreali che si mescolano al racconto appassionatamente melanconico della realtà concreta.

Quello dell’autore è un affascinante quanto comune percorso di vita, dove aneliti e gioie, sogni e speranze, illusioni e disillusioni attestano la complessità dell’animo umano; senz’altro un percorso in cui ognuno di noi può riviversi, riconoscersi e perdersi, intimamente e profondamente.