fbpx

Nasce il Cuma express, dal 1 luglio al 30 settembre sarà più facile visitare l’area flegrea

Scritto da Elisabetta Di Fraia Il . Inserito in Funiculì, funicolà

cuma express

È stato siglato lunedì 11 giugno l’accordo tra Eav e Parco archeologico dei campi flegrei grazie al quale sarà più facile e conveniente visitare la zona flegrea. Nasce così il Cuma Express che, dal 1 luglio al 30 settembre con un biglietto unico, garantirà collegamenti veloci dal centro storico di Napoli _ stazione di montesanto- all’area flegrea.

In base all’accordo , in questo nuovo percorso storico – culturale saranno utilizzati elettrotreni di ultima generazione, gli ET500 : vagoni provvisti di aria condizionata con capacità di 68 posti a sedere numerati e 2 posti disabili. I biglietti costeranno al massimo 10 euro, saranno acquistabili on-line e comprenderanno l’ingresso ai monumenti dell’area flegrea (Anfiteatro Flavio, Terme di Baia, Castello-Museo archeologico e Scavi di Cuma). Il servizio prevede l’effettuazione di 4 corse, in andata e ritorno, nelle domeniche e nei festivi dal 1 luglio al 30 settembre con quattro fermate intermedie nelle stazioni di Mostra, Pozzuoli, Fusaro e Torregaveta. Il viaggiatore potrà salire e scendere con lo stesso biglietto nel corso di una giornata visitando i maggiori siti del Parco Archeologico dei Campi Flegrei. La collaborazione tra EAV e Parco Archeologico dei Campi Flegrei rientra tra le iniziative per migliorare le risorse, organizzare i servizi e generare capacità di attrazione, inserendo questa preziosa area come meta di successo nei circuiti turistici. “L’idea del Cuma Express parte sulla base del modello del Campania Express, in via sperimentale soltanto la domenica – commenta il presidente EAV, Umberto De Gregorio – ma nel prossimo anno vorrebbe diventare un progetto definitivo da estendere anche ai giorni feriali”. «È il primo step per un nuovo sistema dei trasporti a supporto della rete monumentale e territoriale dalla forte vocazione turistica – dichiara Paolo Giulierini, direttore del Parco archeologico dei Campi Flegrei – Lo considero un buon primo passo. Sono certo che questo treno dedicato darà buoni risultati durante la sperimentazione, consentendo a chi sceglie Napoli, le isole o la costiera, di potersi muovere più agevolmente anche verso i Campi Flegrei, esplorando la Campania».