fbpx

Obsolete&Discontinued: la mostra del riuso dei prodotti di fotografia analogica

Scritto da Francesca Ciampa Il . Inserito in Mostre

obsoletediscontinued a magazzini fotografici

Fino al prossimo 17 Novembre sarà possibile visitare la mostra “Obsolete&Discontinued”, presso i Magazzini Fotografici, siti in Via San Giovanni in Porta 32. L’evento sarà visitabile gratuitamente al fine di ospitare per la prima volta in Italia il progetto collettivo “Obsolete & Discontinued” che punta al recupero e al riuso della fotografia analogica e dei materiali fotografici ormai fuori produzione.


Il lavoro nasce dall’idea del fotografo e sviluppatore inglese Mike Crawford che, essendo un famoso estimatore oltre che realizzatore, ha coinvolto oltre 50 grandi colleghi di calibro internazionale. L’idea nasce dal riutilizzo di pellicole in sali d’argento e di materiali fotografici fuori produzione appartenuti al celebre Bret Sampson.

Tutto il materiale del celebre insegnante inglese, nonché fotografo e artista, è stato donato a seguito della sua morte dal nipote David Yate. Si tratta di veri e propri materiali di produzione analogica che oggi verrebbero ritenuti scarti ma che attraverso l’evento vengono riusati e riconfigurati a nuova vita.

In questa donazione raccoglie dai film fotografici ai pacchetti di pellicole vecchi oltre 30 anni. Grazie al lavoro di Crawford, è stato possibile scoprire come questo materiale, nello specifico la carta fotografica, se conservata con cautela possa essere fortemente adatta alle nuove esigenze di mercato e alle tecniche moderne di stampa.

L’incredibile opportunità di scattare su pellicole uniche, non più riproducibili ha attirato numerosi artisti di fama internazionale, spinti soprattutto dall’irripetibilità della frazione di esecuzione su un materiale ormai non più riproducibile.

Si tratta dell’unicità non solo nello scatto ma anche nella forma stessa che ha portato autori famosissimi a scattare per la mostra. Ognuno di loro ha potuto utilizzare processi di stampi più svariati: dal collodio alla litografia, dalla gelatina d’argento al negativo, finanche a tecniche ibride di commistioni analogico-digitali. Inoltre ognuno degli autori ha ricevuto la massima libertà nell’utilizzo delle tecniche da usare o dei soggetti da fotografare.

Tra gli autori presenti possono essere annoverati:

Angela Easterling Melanie King, Jaden Hastings, , Anna C. Wagner and Tobias D. Kern, Yaz Norris, Joan Teixidor, Angela Easterling, Peter Mose-ley, Tina Rowe, Morten Kolve, Helen Nias, Evan Thomas, Almudena Romero, Robin Gillanders, Hiro Mat-suoka, Gabriela Mazowiecka, Rosie Holtom, David Bruce, Andrew Firth, Borut Peterlin, Guillaume Zuili, Nicola Jane Maskrey, Andy Billington, Asya Gefter, Guy Paterson,Beth Dow, Wolfgang MoerschAndres Pantoja, Debbie Sears, Keith Taylor, Tanja Verlak, Joakim Ahnfelt, Jim Lister, Laura Ellenberger, Sebnem Ugural, Anna C. Wagner, Douglas Nicolson, Andrew Chisholm, , Constanza Isaza Brian Griffin, Martinez, Molly Behagg, Mike Crawford, Claus Dieter Geissler, Ky Lewis, Myka Baum, Hannah Fletcher, Holly Shackleton, Andrew Whittle, Madaleine Trigg, Brittonie Fletcher, Daniel P. Berrange, Laurie Baggett,Andrej Lamut, Jacqueline Butler, Joachim Falck-Hansen, Sheila McKinney,.