fbpx

Storia di Napoli (quarta parte)

Scritto da Antonio Capotosto Il . Inserito in Port'Alba

Napoli 3

Sconvolta dalla rivoluzione carbonara del 1820-21 Napoli ottenne da Ferdinando II, succeduto a Francesco I (1825), la Costituzione.

Malgrado la politica retriva dei suoi governanti, la città vide un continuo progresso nel campo delle arti, delle lettere e della tecnica; da Napoli salpò infatti il primo battello italiano a vapore e a 'Citta nuova' fu inaugurata nel 1839 la prima ferrovia della penisola (la Napoli-Portici).

I moti del 1848, in seguito ai quali la Costituzione fu revocata, prepararono la liquidazione dei Borboni: il 7 settembre 1860 Garibaldi entrò a Napoli e un plebiscito popolare sancì l'annessione della città al regno sabaudo. Ulteriore prova di eroismo diede la popolazione napoletana nel corso della seconda guerra mondiale quando, dopo più di centoventi bombardamenti aerei, costrinse il periodo tedesco alla capitolazione durante le 'Quattro giornate di Napoli'. Ma secondo il professor Giuseppe Aragno la battaglia vera e propria durò venti giorni...

Per saperne di più:

Storia di Napoli (prima parte)

Storia di Napoli (seconda parte)

Storia di Napoli (terza parte parte)