fbpx

Class Action Italia, quattro chiacchiere con i fondatori

Scritto da Angela Pascale Il . Inserito in Il Palazzo

Class Action Italia

Tre avvocati napoletani Francesco Accardo, Fabrizio Curiale, Decio Rinaldi collaborano per promuovere le class action, attraverso il loro lavoro e la loro competenza, coadiuvandosi con una piattaforma online a disposizione degli utenti e creata da loro: Class Action Italia.

Le class action sono cause collettive promosse davanti ai Tribunali dalle persone che hanno subito danni.

Gli avvocati propongono sulla piattaforma on line le azioni di classe per ottenere il risarcimento di un danno subito o la restituzione di un pagamento non dovuto (es: Eni, Tim, Link, etc).

É possibile promuovere l’azione di classe, in ogni paese europeo ed extra europeo, con minori costi e facilità di accesso alla giustizia contro violazioni contrattuali, pratiche commerciali scorrette, pratiche commerciali ingannevoli, danno da condotta per concorrenza sleale sul mercato.

La class action è il sistema più efficace per ottenere giustizia contro grandi aziende.

Inoltre, consente al singolo di aderire a un giudizio con minor costi quando il torto subito sarebbe troppo piccolo per decidere di sostenere singolarmente una causa.

Abbiamo l’occasione di porgli qualche domanda e capirne di più.

Da cosa è nata questa idea?

Dalla segnalazione da parte dei nostri clienti di torti subiti dalle grandi aziende e dalla richiesta di conoscere i costi di causa.

Con lo strumento della class action tuteliamo i singoli, parte debole, che da soli non agirebbero.

Un diritto comune a più persone può trovare accoglimento e ristoro dei danni in Tribunale grazie alla azione collettiva.

Da dove siete partiti e quando?

Siamo partiti alla fine del 2018 con lo studio della legge sulla class action e dei provvedimenti delle Autorità Garanti che accertano i torti subiti dalle persone e sanzionano le Aziende.

Esistono varie associazioni dedicate ai consumatori. Voi invece siete uno studio legale che si occupa di class action. Qual è il vostro punto di forza, in cosa vi contraddistinguete?

I motivi per cui un consumatore decide di sceglierci sono i seguenti:

- sottoscrizione gratuita;

- facilità di accesso alla giustizia;

- qualità del prodotto perché fondato su diritti accertati dalle Autorità garanti;

- team di esperienza con competenza tecnica multidisciplinare;

…E, infine, è il nostro lavoro e ci profondiamo impegno e passione, ogni giorno.

Sulla piattaforma è possibile iscriversi a diverse class action, alcune sono contro dei veri e propri colossi come Eni, colosso dell’energia, Unipol, delle assicurazioni e Tim, gigante delle telecomunicazioni, ma ce ne sono tanti altri. È veramente possibile batterli e farsi ascoltare?

Sì, batterli è possibile. Perché noi proponiamo azioni di classe sulla piattaforma che trovano il loro fondamento giuridico nella prova dell’illecito accertato dall’Autorità che favorisce l’esito positivo della causa;

Sulla piattaforma viene anche offerta l’opportunità di proporre le proprie questioni, una class action nuova. Le proposte vengono poi sottoposte all’esame degli avvocati. Tale possibilità viene promossa anche sulla pagina Facebook.

Parliamo di una vostra class action, ad esempio quella verso Eni, ben 15000 utenti ingannati, fornitura energia non richiesta, contratti ingannevoli e fatturazione illegittima. Di cosa si tratta? Cosa state facendo?

Senza il consenso e la firma dell’utente, e con il prelievo fraudolento del POD (il codice alfanumerico nazionale di 14 caratteri che identifica univocamente il punto fisico in cui l’energia elettrica viene consegnata al cliente finale), ENI ha attivato contratti di fornitura di energia elettrica e gas illecitamente emettendo fatture non dovute.

Gli avvocati di Classactionitalia in possesso già dei mandati di alcuni utenti sono in attesa di completare le sottoscrizioni e andare in giudizio per promuovere una classe formata da un congruo numero di utenti perché il giudice accerti e dichiari il contratto nullo e stabilisca il rimborso di quanto addebitato ingiustamente.

WhatsApp Image 2019 11 13 at 5.20.53 PM

Quali sono gli obiettivi futuri per voi, il vostro studio legale e il brand lanciato attraverso la piattaforma?

Essere un punto di riferimento per la tutela dei diritti di una pluralità di utenti e favorire le decisioni giudiziali sul danno punitivo, che va ad aggiungersi alle voci di danno patrimoniale e morale.

Il danno punitivo riconoscerebbe alle persone un giusto risarcimento, tale da costituire un deterrente esemplare per le Aziende sanzionate dalle Autorità.

class action italia

Per maggiori informazioni visitare il sito www.classactionitalia.it

e la pagina Facebook  Class Action Italia