fbpx

Elezioni comunali a Marigliano: intervista al vicesegretario dem Giuseppe D'Agostino

Scritto da Valentina Esposito Il . Inserito in Il Palazzo

IMG 20200831 WA0160

Il 20 e 21 settembre i cittadini di Marigliano sono chiamati alle urne per il referendum, per il rinnovo del Consiglio regionale ed anche per un altro importante compito: la scelta del Sindaco e del Consiglio comunale.

Per lo schieramento a sostegno di Peppe Jossa, tra le fila del PD grande è il rinnovamento messo in atto, dove di certo emerge la volontà di investire su una giovane generazione.
Giuseppe D’Agostino è certamente un nome che rappresenta l’impegno dei giovani in politica: da undici anni militante dei GD e del PD, già Segretario di circolo della Giovanile del Partito e membro della Segreteria metropolitana, Dirigente prima provinciale e poi regionale del Partito, è stata la figura che ha saputo raccogliere la fiducia del primo Partito cittadino diventando a 30 anni Vicesegretario del circolo PD di Marigliano.
«La passione per la politica mi anima e mi accompagna da sempre, l'amore e l'impegno costante per la mia Città e la fiducia che tanti hanno da sempre riposto in me, mi hanno portato a scendere in campo per fare un ulteriore passo: portare in Consiglio comunale i sogni e i progetti di una nuova generazione, il cui contributo è fondamentale in un momento delicato come quello che stiamo attraversando» dichiara il candidato.

«I giovani hanno bisogno di politiche reali e supporto tangibile, troppi sono i mariglianesi costretti a dover cercare lontano da casa il proprio futuro, non prima di aver affrontato le difficoltà nelle fasi più importanti della propria realizzazione: studio, formazione, orientamento al mondo del lavoro, essenziale per questo l'istituzione del Forum dei Giovani e una digitalizzazione e sburocratizzazione della macchina comunale.

Occorrono anche luoghi adeguati allo sviluppo di una corretta socialità, penso per esempio all'attività sportiva: completamento dei progetti già approvati, attento piano di manutenzione e riadattamento dell'esistente, realizzazione di parchi urbani, gestione partecipata delle strutture» continua Peppe, ma non ci parla solo di giovani: sceglie piuttosto un approccio giovane alle tematiche su cui sta lavorando con il suo gruppo:

«Va ripensato il modo di vivere la nostra Città, occorre una riqualificazione e un nuovo piano traffico e Ztl per rilanciare il commercio nel centro storico e per fornire luoghi per lo svago e per il benessere adatti ad ogni età: una città a misura d'uomo, con Wi-Fi zones nei centri nevralgici, che può e deve diventare con l’aiuto di un piano ad hoc centro culturale attrattivo anche per i comuni limitrofi.

La nostra Città ha una notevole vocazione con tutti quei settori che derivano dalla terra: la questione ambientale è una delle battaglie più importanti del nostro tempo e può essere declinata nel nostro comune con la bonifica definitiva dell’area Agrimonda, uno studio di settore per le politiche attive per il miglioramento e la tutela della qualità dell’aria e del suolo, con una mobilità green, nuove aree verdi adibite anche ad orto urbano e promozione di giornate ecologiche volte alla diffusione dell’educazione ambientale.

In ultimo, ma non per importanza, un piano per le politiche sociali: l’emergenza covid ha portato alla luce una fetta di popolazione che vive in condizioni di necessità, la loro tutela e il loro riscatto devono essere tra le priorità della prossima amministrazione, per cui immagino uno sportello per le famiglie e per l’integrazione delle fasce più deboli»

Ci lascia con un ultimo pensiero
«Lavoro da 6 anni in fabbrica, conosco gli enormi sacrifici di chi si è dovuto spostare per lavoro, che mi hanno portato ad apprezzare ancora di più le mie radici, la mia famiglia e la mia terra. La politica per me è sempre stato l'unico strumento utile per poter realizzare i sogni e dare speranza alla collettività.
Il mio cuore appartiene a questa Città, che guardo con gli occhi di chi vede il suo enorme potenziale e ha la voglia e le braccia pronte per poterlo realizzare. La mia candidatura è nata per questo: il nome di un singolo al servizio di tanti, come sempre, pronti a rimboccarci le maniche per la nostra amata Marigliano!».