fbpx

Sgravi fiscali e indennità previsti nel Decreto Ristori Quater

Scritto da Anna Laura Zamprotta Il . Inserito in Il Palazzo

128741052 3638060179594562 603591898437613847 n

Il Consiglio dei Ministri ha concesso il via libera all’approvazione del “Decreto Ristori Quater” il cui testo è entrato in vigore il 30 novembre a seguito della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Il testo recante ulteriori misure urgenti connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19, prevede aiuti e sgravi fiscali per i cittadini colpiti economicamente dal “sistema a zone” previsto nell’ultimo DPCM.

In primis, per tutti coloro che svolgono attività di impresa o attività professionale, è prevista la proroga di IRPEF, IRAP e IRES fino al 10 dicembre.

Per le imprese che svolgono attività d’impresa in Italia e qui hanno anche la loro sede legale, che hanno avuto ricavi o compensi non superiori a 50 milioni di euro e che hanno subito perdite di almeno il 33% nel primo semestre del 2020 rispetto al 2019, il versamento delle suddette tasse è prorogato fino al 30 aprile 2021. Queste misure saranno applicate anche i ristoratori delle zone rossa e arancione individuate dall’ordinanza del Ministero della Salute del 26 novembre.

Il titolo II del presente decreto prevede misure per i lavoratori stagionali del turismo, degli stabilimenti termali, dello spettacolo e gli incaricati alle vendite a domicilio ai quali verrà versata un’indennità una tantum di 1000 euro.

Inoltre, è stato previsto un Fondo unico per il sostegno delle associazioni sportive e delle associazioni dilettantistiche di 92 milioni di euro.

Per tutti i lavoratori del settore sportivo verrà erogata un’indennità di 800 euro per il mese di dicembre dalla società Sport e Salute s.p.a.